È uscito il primo vero trailer della nuova stagione di Twin Peaks e ha fatto impazzire i fan

Personaggi vecchi e nuovi, una fotografia contemporanea e un’atmosfera cupa che ricorda i grandi film di David Lynch per il primo trailer di Twin Peaks 2017

Antefatto: ieri ho scritto un pezzo sulla difficoltà di far piacere qualcosa a qualcuno che ha gusti diversi dai tuoi e il tema era proprio Twin Peaks, data la messa in onda televisiva di Cielo in vista della nuova stagione che andrà in onda il 21 maggio su Sky Atlantic e che finora naviga per congetture, mantenendo il più oscuro segreto sulla trama e sulla messa in scena. Il pezzo si concludeva col ragionevole dubbio che la serie potesse essere invecchiata male, di fronte al pubblico generalista abituato ad altro tipo di serialità. Il tutto, nonostante ne sia religiosamente fan.

Come dice l’agente Dale CooperQuando due fatti separati vengono a coincidere durante lo svolgimento di una stessa indagine, bisogna sempre prestare la massima attenzione, e proprio ieri sera è uscito il primo vero trailer di Twin Peaks 2017, che sembra in tutto e per tutto l’eredità di David Lynch, il sunto di tutte le sue esperienze pregresse.

Nelle immagini vediamo volti vecchi e nuovi, sentiamo finalmente qualche parola e veniamo trasportati sì nel mondo di Twin Peaks, che è andato inesorabilmente avanti dopo i fatti tremendi in seguito alla morte di Laura Palmer del 1990, ma anche nei film e nelle altre esperienze più o meno recenti della filmografia lynchana.

 

 

Alcune sequenze ricordano da vicino Strade Perdute, il film di Lynch del 1997, in special modo quelle di Dale Copper che guida nel buio, mentre altre ricalcano le atmosfere surreali e claustrofobiche di Mulholland Drive, da cui sembra il regista abbia anche preso spunto per quanto riguarda la fotografia e la colorazione dell’immagine, non più rossastra come nella serie originale ma virata al seppia, che tolgono la patina anni ’50 negli anni ’80 del telefilm originale, per portarlo in un territorio contemporaneo.

 

 

La scena iniziale, con le scale (della vecchia casa Palmer?) fuori fuoco e in movimento sembra frutto dell’ultimo film di David Lynch (sembra in modo definitivo), cioè quell’enorme esperimento che è INLAND EMPIRE, mentre per la prima volta vediamo i nuovi protagonisti, che portano il cult in un altro mondo, che è contemporaneamente del tutto diverso e sempre lo stesso.

Una menzione speciale va alla scena in cui recitano insieme David Lynch nei panni di Gordon Cole e Miguel Ferrer in quelli di Albert Rosenfield, i due allucinanti agenti FBI. Ferrer purtroppo è scomparso lo scorso 19 gennaio e di sicuro la nuova stagione sarà dedicata a lui e a Catherine Coulson, la Signora Ceppo scomparsa nel 2015.

 

 

Per ora, sia dai teaser precedenti, sia dal nuovo trailer è passata un’atmosfera cupa e decadente, ben diversa da quella ironica, surreale e volutamente soapoperistica della serie originale. Vedremo come il regista deciderà di far interagire il vecchio con il nuovo, pur sapendo che ha dichiarato spesso di non voler creare un’opera di revival o retromania, ma una nuova storia ambientata in quel mondo lasciato neanche troppo bene 27 anni fa, a causa di problemi con la ABC e di scelte sbagliate che portarono Lynch ad abbandonare il progetto a metà della seconda stagione per riprenderlo in mano nel gran finale.

Solo una decina di giorni e poi sapremo tutto. Non vediamo l’ora.

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >