TV e Cinema
di Sandro Giorello 30 Settembre 2016

Le foto dell’ultima edizione di Wasteland, l’epico festival nel deserto ispirato a Mad Max

Combattimenti nel deserto, gare di macchine e ragazze poco vestite. Cosa volere di più?

wasteland-2016-max-max dailymail.co.uk/ - Wasteland 2016

 

Lo scorso weekend si è tenuta la settima edizione di Wasteland, uno dei festival più belli per tutti quelli che amano il mondo mutoid e steampunk. Nel deserto di Bakersfield, in California, ogni anno si radunano mezzi d’assalto incredibili, guerrieri interamente vestiti di metallo e molto altro ancora.

La prima fonte di ispirazione del festival è sicuramente la saga di Mad Max, la serie di film cult creata da George Miller negli anni ’80 e che l’anno scorso è tornata trionfalmente sullo schermo con l’ultimo episodio Mad Max: Fury Road.

Diciamo che, a confronto, il Burning Man – il noto festival che si tiene ogni anno nel Black Rock Desert, in Nevada – sembra un party per modelline e star del cinema depresse in cerca di qualche emozione forte. A Wasteland ci sono combattimenti, gare di macchine e altre attività decisamente più pericolose.

Wasteland 2016 boingboing.net - La gabbia

 

Per l’occasione viene anche costruita una gabbia come quella di Mad Max – Oltre la sfera del tuono, dove i vari combattenti vengono appesi con due grandi bande elastiche e saltano da un lato all’altro della struttura dandosele di santa ragione.

 

Wasteland 2016 coolmaterial.com - Wasteland

 

Ovviamente non mancano le ragazze poco vestite, con minigonne borchiate e reggiseni in pelle che lasciano poco spazio all’immaginazione, ma sarebbe sbagliato etichettare il tutto come una semplice carnevalata. A Wasteland si percepisce una sana – e violenta – passione per questo tipo di cose, anche perché ci vuole coraggio a passare quattro giorni nel deserto guidando veicoli che diventano incandescenti sotto il sole e portandosi pesantissime armi in ferro battuto sulle spalle.

 

Un vero inferno sceso in terra. Uno di quegli eventi che, se l’avessero organizzato quando eri adolescente, saresti saresti subito scappato di casa solo per vederlo di persona. Rombo ai motori.

 

FONTE |  boingboing.net

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >