Girls: l’anti Sex and the City ai tempi della crisi

Tv&Movie
di Chiara Minetti 15 aprile 2012 14:11
Girls: l’anti Sex and the City ai tempi della crisi

Stasera parte la nuova comedy di HBO: Girls. Ancora prima della messa in onda del pilot, i giornalisti paragonano lo show a Sex and The City. In effetti ci potrebbero essere alcune somiglianze: il numero delle protagoniste, l’ambientazione newyorkese, e le classiche tematiche da comedy.

In realtà Girls è qualcosa di molto diverso. Le protagoniste non sono trentenni di successo, ma ragazze appena uscite dal college dal futuro incertissimo che decidono di trasferirsi a Brooklyn. Lena Dunham, 26 anni, creatrice e sceneggiatrice dello show, interpeta Hannah, una delle 4 ragazze. “Le mie amiche – ha spiegato Lena – sono come le protagoniste di Girls. Non hanno lavoro, ma sono davvero intelligenti. Prendono il Ritalin per divertimento. Hanno rapporti sessuali degradanti, eppure sono femministe.”

Forse Girls è tutto ciò che non è stato Sex and the City: lavori inutili senza prospettiva, la periferia di Brooklyn al posto del glamour di Manhattan. Anche il sesso è trattato in maniera diversa. Nuovamente Lena commenta: “Ci sono  scene di sesso molto imbarazzanti. Non so perché, ma io mi ritrovavo nuda tutto il tempo. So che farà schifo a qualcuno, qualcuno che non vuole vedere corpi come il mio o come il loro”.

Il cast è formato da: Hannah (Lena Dunham), Shoshanna (Zosia Mamet), Jessa (Jemima Kirke) e Marnie (Allison Williams).

Girls inizia stasera su HBO, dopo Game of Thrones.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)