Viaggi
di Raffaele Portofino 12 settembre 2018

La Loggia dei Mercanti e la galleria dei sussurri a Milano

Storia e leggende sulla Loggia dei Mercanti di Milano: nelle sue gallerie si può ascoltare ogni sospiro

Spesso sentiamo dire che Milano è la città più internazionale d’Italia, proiettata verso il futuro, quella dove si fanno gli affari e si vive il sogno. Poche volte viene citata per la sua storia, il suo passato esoterico e segreto, la sua arte. Sotto questo punto di vista, Milano è una città tutta da scoprire. Se dei luoghi più misteriosi ne abbiamo già parlato, oggi ci soffermiamo sulla Loggia dei Mercanti, lo spazio all’aperto che si trova sotto il Palazzo della Ragione e che nasconde un sistema di comunicazione segreto.

La cosa curiosa della Loggia è che funge da galleria dei sussurri, un fenomeno acustico insolito che si verifica sotto le arcate perfettamente a cupola e che consente anche ai sussurri di raggiungere il lato opposto della costruzione. Secondo le leggende, mercanti e spie del medioevo si servivano della Loggia per scambiarsi segreti senza farsi vedere insieme.

Non solo affari loschi: si narra che questo sistema di sussurri fosse usato anche dagli amanti timidi che in questo modo potevano scambiarsi tenerezze nascoste.

 wikimedia

Ecco come funziona: dovete essere in due, disponetevi accanto a due colonne allineate obliquamente che presentano dei fori e sussurrate vicino al buco. La persona posizionata nella colonna opposta udirà perfettamente le vostre parole. Originariamente questo sistema era stati creato per  permettere ai mercanti di contrattare mentre fuori c’era la folla.

View this post on Instagram

#MARATONAMILIONE "Signori imperadori, re e duci e tutte altre genti che volete sapere le diverse generazioni delle genti e le diversità delle regioni del mondo, leggete questo libro dove le troverrete tutte le grandissime maraviglie e gran diversitadi delle genti d'Erminia, di Persia e di Tarteria, d'India e di molte altre province." Oggi a Milano si legge il Milione, 66 lettori si alternano sotto le volte della Loggia dei Mercanti che risalgono al 1771-1773, anni in cui sostituirono il solaio ligneo. Prestate attenzione alla location: sulla via Mercanti potrete vedere una rozza scultura che rappresneta la scrofa semilanuta, primo simbolo della città in ricordo della leggenda legata alla sua fondazione. #Milano #Milan #Milanodavedere #milanosegreta #igersmilano #visitmilan #igerslombardia #piazzamercanti #ilmilione #bellamilano

A post shared by YesMilano – TurismoMilano (@turismomilano) on

La Piazza dei Mercanti è stata edificata molto tempo fa, ancora prima che il Duomo fosse costruito. Nel 1228 è stato costruito il nuovo Broletto, termine che indica un grande prato usato anche come tribunale.  Questo venne chiamato Palazzo della Ragione per il ruolo che ricopriva. La Piazza dei Mercanti sottostante diventò il ritrovo dei commercianti. Tra i suoi archi troviamo un bassorilievo raffigurante la scrofa semilanuta, uno strano animale a cui si associa la fondazione di Milano. I principali palazzi della piazza sono: il Palazzo della ragione, la Loggia degli Osii, le Scuole Palatine e la Casa dei Panigarola.

Nella cultura pop degli ultimi anni, potete vedere la piazza nel film Chiedimi se sono felice di Aldo, Giovanni e Giacomo, mentre i tre improvvisano una partita a pallacanestro e danneggiano una scultura (messa lì per il film).

CORRELATI >