Viaggi
di Elisabetta Limone 23 Gennaio 2020

Viaggiare in sicurezza: 7 pratici consigli per un viaggio indimenticabile

Quella del viaggiare è sicuramente un’esperienza meravigliosa, di cui nessuna persona dovrebbe privarsi nella vita. Tutto il globo merita di essere visitato da cima a fondo, ma ovviamente non basterebbe un’esistenza intera per farlo. Dovendo attuare quindi una selezione delle mete, è sempre bene sceglierle in maniera oculata, ma soprattutto pianificare e programmare ogni viaggio con molta attenzione. Con tali presupposti, vediamo insieme 7 pratici consigli.

1 – L’importanza della pianificazione del viaggio

Come anticipato, la buona riuscita di un viaggio passa necessariamente da un’attenta pianificazione di tutti i dettagli. Improvvisare, seppur non impossibile, può risultare molto controproducente, e l’eventualità che la vacanza da situazione di relax si tramuti in fonte di stress, è molto concreta. Il primo consiglio utile da dare è sicuramente quello di seguire i consigli di quei viaggiatori più esperti, che magari sono già stati nella meta prescelta. Nessuno meglio di loro potrà indirizzare correttamente.

2 – Il cambio denaro

Se la meta del viaggio si trova da qualche parte nel mondo, il consiglio è quello di cambiare il proprio denaro direttamente all’aeroporto di destinazione. Così facendo si possono risparmiare parecchi soldi in commissioni, che probabilmente in altre zone del Paese in questione sono più alte. In altre parole, non appena atterrati, recarsi subito ad uno sportello bancomat per prelevare valuta locale.

3 – I medicinali

Seppur possa apparire banale precisarlo, chi prende abitualmente dei medicinali deve fare in modo di portare con sé le scorte necessarie per la tempistica del soggiorno. Oltre a quelli assunti regolarmente, è sempre consigliato mettere in valigia altri medicinali, ovvero quelli per eventuali disordini intestinali e degli antidolorifici. Trovarli dall’altra parte del mondo, potrebbe essere complesso (e in alcuni casi più oneroso), e si corre il rischio di rovinarsi il viaggio per un banale mal di pancia.

4 – Studiare la situazione del paese

Alcune zone nel mondo sono più calde di altre, e questo è risaputo. Meglio evitare di ritrovarsi in situazioni spiacevoli, magari in mezzo a dei disordini politici, oppure in periodi dell’anno caratterizzati da condizioni meteorologiche estreme. Ad ogni modo, registrandosi sul sito della Farnesina, è possibile ricevere degli alert che possono avvisare di situazioni di emergenza.

5 – La lingua locale

“Prima di partire per un lungo viaggio”, come recita la famosa canzone di Irene Grandi, è sempre opportuno imparare qualche vocabolo fondamentale della lingua locale. Sapere come dire un grazie, un no, un sì, o qualche frase di emergenza, può davvero mettere al riparo da situazioni spiacevoli.

6 – Il cellulare

Oramai al giorno d’oggi lo smartphone viene utilizzato per qualsiasi cosa, anche per prenotare biglietti e mostrarli all’occorrenza sul display. Ma come ben sappiamo, le batterie di questi telefoni non sono infinite, e si corre il rischio di averli scarichi proprio nel momento in cui occorrono di più. A tal proposito, è possibile adottare due accorgimenti. Il primo, il più banale, consiste nel limitare l’utilizzo del cellulare solamente all’essenziale. Anche per i biglietti, anziché mostrarli in versione digitale, sempre meglio avere con sé la copia cartacea. Il secondo consiglio utile, è di mettere in valigia un pratico power bank, ovvero un caricatore portatile (ricordandosi ovviamente di caricarlo a sua volta). In commercio esistono modelli che con poche decine di euro possono alimentare lo smartphone per giorni.

7 – Le assicurazioni

Prevenire, in moltissimi casi, è meglio che curare. Ad ogni viaggio programmato, deve essere abbinata un’assicurazione, che possa mettere al riparo da spiacevoli inconvenienti. Tali polizze possono coprire i ritardi, le cancellazioni dei voli, gli infortuni, le spese legali e molto altro ancora. Consigliata anche un’assicurazione per annullamento viaggio. Nel caso dovessero subentrare degli imprevisti prima di partire, e si dovessero disdire le prenotazioni, con una polizza di questo tipo si evita di perdere il denaro speso.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >