5 consigli per ottimizzare al meglio il tuo profilo LinkedIn

Alcuni spunti per avere un profilo Linkedin più efficacie

Sei iscritto a LinkedIn da molto tempo ma non hai ancora capito come ottimizzare il tuo profilo?

Non preoccuparti, non sei il solo. Se avrai la pazienza di leggere questo articolo scoprirai infatti che la logica di LinkedIn è diversa rispetto a quella degli altri social network. Di conseguenza c’è bisogno di strategie diverse per vedere dei risultati concreti.

Per ottimizzare il tuo profilo LinkedIn il tuo obiettivo primario dovrà essere quello di proporti nel modo giusto alla tua rete di contatti. 

Se ti interessa approfondire questo argomento puoi visitare il blog di Mirko Cuneo, imprenditore e leader digitale, www.mirkocuneo.it, dove troverai un’interessante guida e diversi consigli per migliorare il tuo profilo LinkedIn.

Come funziona LinkedIn?

Lanciato nel 2003, LinkedIn ha conosciuto a partire dal 2009 una rapidissima ascesa confermandosi come leader nel settore dei servizi online per le relazioni personali a scopo lavorativo. Oggi il social network vanta una diffusione capillare in tutto il mondo ed è quotidianamente utilizzato da aziende e liberi professionisti allo scopo di promuovere la propria attività o per cercare nuove collaborazioni.

Come sicuramente saprai, LinkedIn ti dà la possibilità di metterti in contatto con professionisti di tutto il mondo, i quali, a loro volta, possono presentarti altre figure. Espandendo la tua rete potrai avere maggiore successo nel trovare il lavoro dei tuoi sogni o di assumere collaboratori preparati.

Ecco come ottimizzare il tuo profilo LinkedIn in 5 mosse

Per vedere dei risultati concreti è necessario ottimizzare il proprio profilo LinkedIn. In questo articolo troverai 5 consigli che ti permetteranno di iniziare. Sei pronto?

1) Scegli la giusta immagine del profilo

L’immagine del tuo profilo LinkedIn è la prima cosa che gli altri vedono di te, per questo è necessario che sia perfetta.

Perciò ricorda: non siamo su Instagram!

Questo significa che bisognerà optare per una foto che ti raffiguri in modo professionale. Evita perciò foto vecchie, sgranate o tagliate male. Un bel primo piano sarà ottimo.

Se usi tutti i tuoi social a scopo personale puoi anche pensare di scegliere una sola immagine da coordinare in tutti i canali.

2) Scrivi una presentazione che ti rappresenti

Ci sono molti modi per compilare questa sezione. Molto dipende da cosa stai cercando e da quanta esperienza hai maturato nel settore in cui vuoi inserirti.

Se, per esempio, stai cercando lavoro questo può essere un ottimo strumento per far capire sin da subito chi sei, quali sono le tue abilità, ma anche le tue passioni.

Molti utenti ormai evitano il gergo tecnico e optano per uno stile narrativo, un’ottima idea per ottimizzare il proprio profilo LinkedIn. Raccontando chi sei avrai la possibilità di trasmettere empatia verso chi legge, pur mostrandoti in tutta la tua professionalità.

3) Descrivi le tue abilità nel dettaglio

Su LinkedIn non hai limiti di caratteri, perciò entra nello specifico!

Il profilo è il tuo spazio personale, qui potrai davvero far vedere chi sei. Per questo è davvero molto importante aggiungere e descrivere anche la più piccola esperienza che hai avuto negli anni. 

Hai avuto modo di utilizzare un software durante un tirocinio universitario? Scrivilo. Hai acquisito delle competenze da solo o seguito qualche corso online? Aggiungilo. Sono importanti tutte le abilità che hai acquisito nel tuo percorso personale. 

Per farlo utilizza la tua presentazione ma anche l’apposita sezione dedicata alle competenze. In questo modo i tuoi contatti potranno confermare le abilità che possiedi direttamente sul tuo profilo.

4) Personalizza la tua headline 

La tua headline, o titolo, è una sezione che appare sotto la tua immagine di profilo. Puoi personalizzare questa sezione così che gli altri abbiano subito un’idea di chi sei.

La headline è costituita da un massimo di 120 caratteri. Utilizza questo spazio per descrivere cosa fai e chi sei, magari sfruttando delle parole chiave. In questo modo gli utenti potranno rintracciarti molto più facilmente.

Un esempio? Social Media Manager | Digital Marketer

Prima di compilare questa sezione ti consigliamo di fare una ricerca sulle parole chiave più cercate dagli utenti. In questo modo l’ottimizzazione del tuo profilo LinkedIn sarà migliore.

5) Personalizza il tuo URL

Anche in questo caso la personalizzazione gioca a tuo favore, soprattutto a livello SEO. Ottimizzare l’URL del tuo profilo LinkedIn contribuirà alla creazione del tuo brand (nel caso in cui tu ne abbia uno) e semplificherà la condivisione del tuo profilo con altri utenti.

Solitamente gli URL non sono personalizzati automaticamente. Puoi controllare cliccandoci sopra: se dopo il tuo nome appaiono dei numeri l’URL non è ottimizzato. Per farlo, ti basterà andare nella sezione impostazioni e modificare l’URL a tuo piacimento. 

Se sei un libero professionista ti consigliamo di lasciare nome e cognome, eventualmente accompagnato da una parola chiave. Per esempio “mario-rossi-copywriter”.

Se invece stiamo modificando l’URL di un profilo aziendale andrai a utilizzare il nome del brand.

Conclusioni

Come hai visto, ottimizzare il tuo profilo LinkedIn non è complicato. Cerca di investire un po’ del tuo tempo per migliorare la tua visibilità su questa utilissima piattaforma: vedrai che i risultati non mancheranno ad arrivare!

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >