Web
di Gabriele Ferraresi 11 Luglio 2016

Pokémon Go è più popolare di Tinder, forse c’è qualcosa che non va

O forse no, giocare con la realtà aumentata è più divertente e una cosa non esclude l’altra. Un po’ di numeri sul successo travolgente del gioco dell’estate (e non solo)

Che cos’è l’app Pokémon Go ve lo abbiamo raccontato settimana scorsa con il pezzo di Mattia Nesto: è un’app che sfrutta appieno le possibilità offerte dalla realtà aumentata e ci permette di catturare Pokémon in giro per il mondo vedendoli sullo schermo come se si trovassero in giro per strada.

È sicuramente innovativo, divertente e fa leva sulla nostalgia degli oggi trentenni e oltre, che i Pokémon li hanno visti in tv e ci sono cresciuti: quello che forse non è chiaro ancora a tutti è la portata del successo di questa app, davvero senza precedenti. In pochissimi giorni – anzi, in poche ore – secondo i dati pubblicati domenica 10 luglio da SimilarWeb e rilanciati da Business Insider, Pokémon Go ha superato per numero di installazioni Tinder, almeno su dispositivi Android.

Eh sì. Tinder, per chi non lo conoscesse, è un’app che serve per trovarsi un compagno o una compagna, e, si spera, finirci a letto: è quello l’obiettivo più o meno dichiarato. Bene: l’app con cui invece di finire a letto con qualcuno catturi mostriciattoli che non esistono, sta vincendo, almeno sui dispositivi Android, come vediamo dal grafico qui sotto.

 

 

vs-tinder

 

Anche e soprattutto per la rapidità della diffusione di Pokémon Go, che sarebbe così già installato su oltre il 5,16% dei dispositivi Android.

Tenete conto poi che questi sono dati già vecchi, di sicuro nel weekend e oggi il vantaggio dell’app cattura-mostri sarà aumentato.

Un altro grafico, sempre su base dati Similar Web, è quello che mette a confronto Pokémon Go con Twitter per quel che riguarda gli utenti attivi. E anche in questo caso il confronto è impietoso: Twitter è una piattaforma in giro da anni, è uno dei simboli della rivoluzione dei social media, anche se sta attraversando un periodo complicato.

 

v-twitter

 

Ovviamente questo successo clamoroso – e pensate che al momento l’app è disponibile solo in US, Australia, e Nuova Zelanda, e scaricarla dalle nostre parti è possibile ma non alla portata di tutti – è destinato a crescere ancora.

Nintendo ha avuto la sua migliore giornata in borsa dal 1983, e dopo il lancio di Pokémon Go vale il 25% in più, leggiamo per esempio su Polygon: sono valori folli, destinati a ridimensionarsi in un prossimo futuro, ma che danno idea dell’euforia seguita sui mercati in seguito al lancio di questa app, che ha davvero fatto impazzire mezzo mondo.

Ci sono poi i casi di follia pura: come l’uomo che neanche in ospedale, mentre la moglie partoriva, ha rinunciato a usare Pokémon Go, ed è tutto vero. Altre storie borderline a base di Pokémon Go?

Per esempio i ladri, che hanno deciso di utilizzare l’app Pokémon Go per derubare gli incauti cacciatori di Pokémon che si addentravano in zone poco frequentate mentre in un altro caso ancora una donna che stava utilizzando l’app ha trovato per caso un cadavere, in una specie di Stand By Me – Ricordo di un’estate a base di realtà aumentata. Da noi dovrebbe arrivare a giorni, il 15 luglio. Chissà cosa succederà dalle nostre parti.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >