Web
di Elisabetta Limone 2 Novembre 2020

Questo sarà ricordato come il secolo dei social network

Nati, in realtà, tutti nell’ultimo decennio e oggi protagonisti indiscussi della quotidianità. E del mondo. Facebook, Instagram, Whatsapp, Snapchat, Twitter, hanno letteralmente cambiato la percezione del reale, i modi di interagire, le relazioni, le abitudini. Ed hanno conquistato anche e soprattutto porzioni importanti di business online: dalla comunicazione alla creazione di lavori che dieci anni fa, senza social, erano impensabili e difatti non esistevano. Tutto è social, tutto è influenzato dalle dinamiche delle reti senza confini. “Una rivoluzione culturale e interconnessa – commentano gli esperti di GamingInsidercapace di mutare il ruolo dell’essere umano nel mondo”.

Intanto, le ultime, parlano dell’esplosione dei social connessi al mondo del gioco. Gli MMO, a questo punto, hanno preso il posto che prima spettava ad altri dispositivi. Si tratta dei Massive Multiplayer Online, ovverosia i giochi in community che si giocano via web. Tra questi spiccano senza dubbio Fortnite (350 milioni di utenti connessi allo stesso tempo), Warzone (della celebre saga di Call of Duty), un titolo online da oltre cinquanta milioni di utenti in meno di un mese a cavallo di marzo ed aprile. Perché giochi e social vanno così d’accordo? E dove possono ancora arrivare?

Prospettive future

Di questi passi, entro un altro decennio, tutte le persone potranno essere socializzate nei mondi virtuali creati dai videogiochi su piattaforme come Instagram, Twitter e il nuovo, quanto quotato, TikTok. Divertirsi giocando in comunità con amici e conoscenti, una cosa oggi a portata di mano e destinata a diventare ancora più semplice e comune. Gli eventi all’interno dei virtual worlds sono destinati a crescere in popolarità. Non è un caso che più di 12,3 milioni di persone abbiano preso parte ad un concerto su Fortnite con Travis Scott. Intanto l’industria tutta cresce. In un anno, lo scorso, ben 2,5 miliardi di persone si sono ritrovate nella categoria dei gamer, con un mercato che ha toccato 159,3 miliardi di euro. Negli USA il settore cresce più di tutti: nel 2019 +9,3%.  Tutti i target hanno visto una crescita significativa. Intanto emerge con tutta chiarezza che socializzare nei videogiochi, ormai, è un presupposto.

I social nei videogiochi

L’aspetto fondamentale dei giochi online, oggi, è quello della socializzazione. Se prima il giocatore era il lupo solitario e senza una vita, oggi ha assunto un vero e proprio ruolo sociale oltre che lavorativo” – sottolineano ancora da Gaminginsider. Parole confermate dal fatto che i giocatori oggi interagiscono, condividono un codice di condotta comune, allestiscono team per sfide o eventuali battaglie e spesso rompono lo schermo creando occasioni di dialogo e conversazioni più approfonditi. Va da sé che i principali social network abbiano deciso di integrare le proprie funzioni in maniera più approfondita. In questo senso va il progetto Facebook Gaming. Videogiochi sempre più virali, per motivi tecnici e culturali ovviamente. Oggi come oggi le maggiori innovazioni hardware e software permettono di pensare in grande, le nuove tecnologie fanno il resto e soprattutto migliorano anno dopo anno. Entrano in gioco poi aspetti culturali: i Millennials, soprattutto, risultano essere maggiormente in confidenza con le virtual room e più in generale con il concetto di “rete”. Ancora: la ormai ovunque diffusa rete internet consente connessioni rapidi e veloci ad un numero sempre più crescente di utenti. Infine, quantomeno nell’ultimo anno, il Covid-19 e le varie quarantene hanno dato spinte ulteriori, finanche insperate al settore. E le stime, per il futuro, parlano di vero e proprio boom. Per una moda che no, stavolta non passerà. Ed anzi andrà sempre più evolvendosi.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >