Senza categoria
di Dailybest 29 Luglio 2021

Il punto sulle Olimpiadi

Piccola guida per non apparire totalmente impreparati sotto l’ombrellone

Per chi non avesse voglia di seguire le gare a causa del fuso orario orientale o per chi, più semplicemente, vuole farsi trovare preparato per darsi un tono dibattendo da esperto su sport che non ha mai seguito sotto l’ombrellone, un piccolo riassunto in punti delle Olimpiadi più strane dell’era moderna, dal debutto ufficiale dello skateboard alla prima storica medaglia conquistata da San Marino.

Politica e attivismo:

Se già in quest’articolo vi avevamo raccontato degli intrecci tra Europei e politica, figuratevi cosa può capitare in una manifestazione ancora più internazionale, che per sua natura include atleti di diverse discipline e nazionalità.  I primi casi politici di queste Olimpiadi riguardano la situazione palestinese, il judoka algerino Fethi Nourine si è rifiutato di combattere contro un avversario israeliano, mossa prontamente replicata dal sudanese Mohamed Abdalrasool. Certo, gli sport da combattimento possono anche rivelarsi un vero e proprio regolamento di conti, come nel caso di Kimia Alizadeh, iraniana rifugiata che ha sconfitto un’altra atleta iraniana nel Taekwondo. Ma le tematiche trattate dagli atleti abbracciano diverse battaglie dell’attivismo. Le ammissioni del nuotatore britannico Tom Daley (che in realtà aveva già dichiarato la sua omosessualità in precedenza), in mondovisione dopo aver vinto una medaglia d’oro hanno assunto tutt’altra eco. La squadra tedesca di ginnastica artistica ha rinunciato ai body aderenti combattendo una campagna contro la sessualizzazione della disciplina, quella norvegese di beach handball ha fatto più o meno lo stesso rifiutandosi di indossare i bikini, infrangendo così le regole della federazione internazionale che ha sanzionato tutte le atlete. La nota cantante Pink si è già proposta per pagare le multe.

Valore della sconfitta, sapore della rivincita:

Alle Olimpiadi si può fare storia anche arrivando a fondo classifica, come nel caso di Federica Pellegrini qualificatasi alla quinta finale olimpica individuale. La divina è arrivata praticamente ultima nella sua batteria, ma un ultimo posto mai così dolce che l’ha consacrata come la più grande nuotatrice della storia. Parabola simile a quella di Simon Biles, monumento della ginnastica artistica, che ha preferito ritirarsi non giudicandosi all’altezza dopo un grave errore in una gara di qualificazione, perdendo la possibilità di infrangere l’ennesimo record ma ribadendo tutta la sua grandezza umana e sportiva. A Tokyo c’è stato spazio anche per grandi storie di rivincita, la più bella è quelle di Toni Kuka, allenatore della squadra kosovara di judo. Kuka negli anni 90 era il miglior atleta jugoslavo ma, a causa delle tensioni che già sussistevano tra le varie nazioni della penisola balcanica, non poté partecipare alle Olimpiadi di Barcellona da indiscusso favorito. Trent’anni dopo si ripresenta alla guida di una nazione minuscola con 5 atleti di cui 4 donne che sta dominando nella casa natale del judo.

Momenti Divertenti:

Andiamo con ordine a partire da Kristian Blummenfelt. L’atleta di triathlon norvegese ha percorso due terzi della gara che l’ha visto vincitore letteralmente in mutande. Dopo la prima frazione, quella dedicata al nuoto, la sua tutina bianca è diventata trasparente lasciando intravedere i sottostanti slip neri. Una scelta infelice, ma forse scaramantica, che ha suscitato l’ilarità del web. Al secondo posto l’esultanza di Dean Boxall, allenatore della nuotatrice tasmaniana Ariarne Titmus che, dopo la vittoria nei 400 stile libero, ha iniziato a esultare come Ultimate Warrior, wresler noto negli anni 80, senza che le guardie, vista la mole, riuscissero a placarlo. Ma il momento migliore delle Olimpiadi in questo senso non poteva che provenire dalle telecronache italiane, il caso della password di “Pippo, Pluto e Topolino” è un capolavoro: il telecronista, non pensando di essere in diretta, imbastisce un panegirico di alcuni minuti sulla scelta della password senza che la regia intervenga, una figuraccia colossale che è stata prontamente rimossa da ogni sito e che quindi non vi possiamo linkare. Speriamo davvero l’abbiate vista.

Calcio:

E per gli amanti del calcio? Se siete amanti del calcio sullo sdraio difficilmente parlerete delle partite olimpiche, sarete più interessati alle trattative di calcio mercato della vostra squadra del cuore, a scovare il miglior acquisto per il prossimo fantacalcio. E poi la nazionale olimpica è, per antonomasia, la nazionale sfigata. Le Olimpiadi cadono sempre nell’anno degli Europei e delle Coppa America, le grandi stelle, anche avessero meno di 23 anni, non parteciperebbero mai. Certamente ci sono i fuori quota, ma questa categoria nelle selezioni olimpiche viene scelta in base a pochi criteri: vecchi campioncini che non hanno mai avuto una grande storia con la maglia azzurra cui si vuole regalare una passerella, idoli imbolsiti dei Paesi ospitanti o underdog. Pierre Gignac è uno di questi, vero e proprio reietto della nazionale francese campione del mondo, il pirata transalpino è fuggito in Messico ed è tornato per guidare una banda di ragazzini, alla veneranda età di 36 anni, debutta alle Olimpiadi con una tripletta.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
40,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >