Foto di Capt Darin Overstreet, WikiMedia - (Non è l'Amazzonia)
Ambiente
di Giulio Pons 28 Agosto 2019

La foresta amazzonica produce davvero il 20% dell’ossigeno mondiale?

L’Amazzonia continua a bruciare e anche se non è il “polmone del pianeta” è una brutta notizia lo stesso.

L’Amazzonia continua a bruciare e una delle frasi più utilizzate per propagare l’allarme è “questa foresta produce il 20% dell’ossigeno presente nell’atmosfera, è il polmone del pianeta e perderla avrà delle conseguenze devastanti”.

Nonostante la frase sia utilizzata anche da autorevoli soggetti ambientalisti, diversi testate con argomentazioni scientifiche sostengono che l’ossigeno nell’atmosfera sia prodotto principalmente dal fitoplancton del mare, mentre tutte le foreste mondiali insieme siano responsabili solo del 20%. Insomma sui numeri c’è confusione ed è un peccato che una delle frasi più ad effetto sia sbagliata. Tuttavia la battaglia per difendere l’Amazzonia è giusta e quest’errore di comunicazione è irrilevante, perché l’importanza della foresta è nella sua capacità di assorbire CO2, in quanto durante la fotosintesi clorofilliana la pianta fissa nel legno l’anidride carbonica nell’aria. Togliere l’anidride carbonica significa ridurre l’effetto serra e ridurre quindi la temperatura del pianeta. Per questo piantare alberi è una cosa giusta.

Se mettiamo da parte l’argomento “anidride carbonica”, che dire del fatto che gli incendi stiano distruggendo l’habitat di milioni di persone, animali e piante? La biodiversità è una ricchezza naturale. Inoltre ci sono migliaia (c’è chi dice milioni), di specie ancora sconosciute, magari anche utili all’uomo perché capaci di produrre qualche proteina, qualche gene, qualche composto chimico dalle straordinarie proprietà.

Insomma, se l’Amazzonia non produce il 20% dell’ossigeno della Terra, non è importante.

Bolsonaro, il presidente del Brasile, sembra un altro Trump, e con le sue politiche a favore dei disboscamenti (o perlomeno tolleranti nei confronti di chi appicca gli incendi) va nella direzione di massimo sfruttamento del pianeta, vuole ricavare terreno nuovo da coltivare, da dare agli agricoltori per produrre e aumentare il PIL del paese.

Foto di David Riaño Cortés da Pexels www.pexels.com Colombia, foresta. Foto di David Riaño Cortés da Pexels

Forse per questo pazzo pazzo mondo dove valgono solo i soldi, bisognerebbe comprare la foresta, pagarne tutti l’affitto, globalmente. Pagare delle quote di ossigeno che l’Amazzonia produce, pagare l’umidità che immette nell’atmosfera, pagare per tenerla così com’è perché è anche ingiusto da questo vecchio occidente (ancora) ricco dire agli altri paesi che devono stare attenti all’ambiente, dopo averlo sfruttato senza remore per centinaia di anni.

(Ndr 29/08/2019: un sistema di questo tipo in realtà esiste già ed è in funzione, si chiama carbon credits)

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

28,90 €

Al di là delle parole. Che cosa provano e pensano gli animali

Abituati ad anni ed anni a guardare documentari prima su Superquark e poi sui vari canali satellitari o su Netflix, quando si inizia a leggere Al di là delle parole di Carl Safina, libro appena uscito per Adelphi, si è convinti di sapere tutto sul mondo degli animali. E invece no, leggendo il libro si capisce come non sappiamo proprio niente.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione  completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
50,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >