Art
di Simone Stefanini 2 Settembre 2019

Il gioiello per evitare il riconoscimento facciale

Ecco il gioiello da indossare se vogliamo evitare di essere riconosciuti dalle telecamere che usano il riconoscimento facciale

È un mondo difficile, lo sappiamo. La tecnologia sta facendo passi da gigante anche a livello di riconoscimento facciale e in un futuro prossimo potremmo pagarne tutti le conseguenze per vari motivi: intanto perché basta cambiare momentaneamente connotati (dopo un’operazione, un ascesso o altro) per non riuscire a sbloccare lo smartphone che si avvale di questa tecnologia, ma non solo.

Avrete visto di sicuro come in Cina il riconoscimento facciale venga usato per dare punteggi ai cittadini in base a reddito, lavoro e vita sociale, compiendo una parabola degna di Black Mirror che ci fa un po’ paura.

Per evitare che gli algoritmi diventino il nostro presente e futuro, Ewa Novak, designer polacca, ha creato Incognito, un gioiello facciale che si indossa come un paio di occhiali e nasconde parti del viso, in modo da non essere riconosciuti per strada dalla tecnologia ruba privacy.

 Nova Studio

Fatto di ottone, Incognito è composto da tre forme, due cerchi sotto gli occhi e un’elegante piastra sopra la fronte, che rendono l volto di chi lo indossa simile a quello di una regina di Star Wars.

Incognito ha vinto recentemente il Mazda Design Awars al  Łódź Design Festival. Tra i progetti sul sito dell’artista c’è anche una maschera riflettente che copre tutto il volto e che, supponiamo, sia più difficile da indossare in giro.

Se volete saperne di più su Ewa Nowak, visitate il suo sito ufficiale e il suo account Instagram.

View this post on Instagram

INCOGNITO . Projekt poruszający tematykę inwigilacji społeczeństwa i ochrony własnego wizerunku w miejscach publicznych. Obiekt ma za zadanie chronić wizerunek przed algorytmami rozpoznawania twarzy stosowanymi w nowoczesnych kamerach instalowanych w przestrzeni publicznej. Jest to rodzaj maski wykonanej z mosiądzu, wyprofilowanej do kształtu twarzy. Znajdujące się na niej trzy elementy sprawiają, że ludzka twarz pozostaje nierozpoznana przez kamerę. Projekt zajął pierwsze miejsce w kategorii Człowiek w konkursie Mazda Design 2019 Projekt: Ewa Nowak . . . . . #future #speculativedesign #facerecognition #brass #facejewellery #mazdadesign

A post shared by NOMA (@noma_design_studio) on

TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >