La pecora Dolly imbalsamata è esposta in un museo di Edimburgo

In fondo Dolly è a suo modo un’eroina nazionale scozzese, giusto che abbia un posto in un museo

Animali
di Elisabetta Limone 13 ottobre 2017 13:20
La pecora Dolly imbalsamata è esposta in un museo di Edimburgo

Foto di Mike Pennington, via <a href="http://www.geograph.org.uk/photo/1301843" rel="nofollow">Geograph.org</a>  Foto di Mike Pennington, via Geograph.org

 

Una pioniera: del tutto involontaria, ma una pioniera, un po’ come la cagnolina Laika qualche decen​nio prima. La pecora Dolly è stato il primo mammifero nato in laboratorio per clonazione ed è ovviamente diventato un simbolo, dando vita a una letteratura vastissima, di quelle che possono nascere solo quando si avverte la sensazione che un muro è stato abbattuto, che un confine fantascientifico è stato superato. Se la povera Laika era stata lanciata verso una morte certa, Dolly rappresentava l’esatto contrario, la dimostrazione che un altro tipo di vita era ed è possibile.

Un simbolo che a suo tempo divise e preoccupò, come tutte le scoperte scientifiche, ma che ha senz’altro segnato un’epoca, motivo per cui, dopo la morte, è stata imbalsamata e al momento è esposta al National Museum di Edimburgo, in Scozia. Dolly, del resto, visse tutta la sua vita proprio a pochi chilometri dalla capitale scozzese: giusto che abbia un posto in un luogo impotante come il National Museum di Edimburgo.

 

Foto di MJ Richardson, via <a href="http://www.geograph.org.uk/photo/5051696" rel="nofollow">Geograph.org</a>  Foto di MJ Richardson, via Geograph.org

Vi raccomandiamo:

COSA NE PENSI? (Sii gentile)