Le inquietanti fotografie degli ospedali psichiatrici italiani abbandonati

Questi scenari non sono il set di un film horror, ma foto di alcuni manicomi italiani ormai abbandonati. Da brividi.

Art
di Simone Stefanini facebook 14 aprile 2015 14:57
Le inquietanti fotografie degli ospedali psichiatrici italiani abbandonati

Stefano Perego, in arte ste_peg è un fotografo milanese di 30 anni che dal 2006 esplora gli edifici abbandonati e viaggia alla ricerca di scenari post-apocalittici nei quali il tempo ha coperto le cose di una patina decadente ed angosciante. Ci ha contattato per mostrarci i suoi lavori e siamo rimasti molto colpiti dalle foto riguardanti gli ospedali psichiatrici, ormai disabitati dopo la legge Basaglia. Scrive del suo progetto:

“Quello che più mi piace di questi edifici, oltre all’estetica, è l’atmosfera che si crea all’interno di essi. E’ un’atmosfera densa e pesante, nell’aria si sente l’odore delle rovine, il silenzio viene rotto dai fischi del vento che li attraversa e dal rumore delle gocce delle infiltrazioni d’acqua. Il tempo e le condizioni climatiche hanno cambiato le sembianze di questi posti, i buchi nei soffitti fanno filtrare bellissimi raggi di luce, le muffe si mischiano con le vernici scrostate delle pareti creando dei colori incredibili, le pozze d’acqua formano degli specchi dove le strutture si riflettono. Io la considero una fase della vita di un edificio, che a prima vista potrebbe sembrare triste e desolato, io invece ci vedo gloria, malinconia, potenza, fascino. Una volta entrato mi sembra di abitare un altro mondo, che fuori non esista più niente, sembra di stare tra la realtà e l’immaginazione. Gli oggetti che si trovano all’interno raccontano storie romantiche, di disagio, di lavoro, di vita quotidiana, che esplorando sembra di aver vissuto in prima persona.” 

0zW5rLbI0-QGXGtZWOmiQ0eMC0K7MmvbwDLrmnU2cqs

Tra questi edifici, i manicomi abbandonati sono i più intensi perché all’estetica si mischia la condizione di sofferenza, la malattia delle persone che li hanno realmente vissuti. Sono foto toccanti e molto potenti, che siamo ben lieti di pubblicare. Ciò che sembra a prima vista lo scenario ideale per un film horror, è ciò che resta delle strutture che ospitavano i pazienti affetti da malattie mentali. Le foto sono state scattate a Cogoleto, Colorno, Mombello, Racconigi, Rovigo e Pistoia. Vi ricordiamo che se avete dei progetti interessanti da sottoporci, potete farlo alla nostra email.

-Eo7_TLmII-DuWoNW6XH9ll5eTzE7X2cseAyGPH6vGM  6fyAqUY12YgpYqxo45WxBYFnuTW-stgroRfuvmP3IFI 8XW0wrBkUAzo3PVibMgL5jfkAUflRi00Xs0g2K_agMY 9mD5ToBwTx5HIUciaRQfJgLgJXsDWmfuhxCI1BnP60o b8DYRyRxk0TEanv2_ODJ9No857laHeiS9FTQbBC4gI4 BgXBMuCIkW9mj0Z1yBnVfb4iqzgoKL-qHmLXUt3qWBU cuot_XXOBQQ_5hfPxOkSkzSWZaI0D8MGWfmqOtehPHM HkOr-nUabLs37eUkSckEM_xZLWk0E9uDWZ-TkIblz1M IsciYiR5B1ysJKCTKAiyZSBdJzdZmh2XvjklzHGw9-w J0M08BitpVP5CeD_RM5oKQOSabd9eLBaLP4_U710MpU M7TSk1_BzHjcMAI1TKBumdkJTRjEJFtgGBsJypGK0B0 OMSWiYgmlHV5MgmX9FnKJTlM1ZofDwYSEm9hPp1frQ8 ur9q2FlcM4u6bVUEvK6frtqk2HyTMKdfEnWpCsYAuek xqmILAQPfF6iAS5qqq6qVj_Zq7NbVkI9aNmeq69LH8M Z_PAxGRznT75xHpGEbGmpySfHleva79-MkdV7dyzZMQ

Vi raccomandiamo:

COSA NE PENSI? (Sii gentile)