Art
di Marcello Farno 7 Aprile 2016

La città di Palmira distrutta dall’Isis verrà ricostruita grazie a una stampante 3D?

Un grande progetto di ricostruzione potrebbe segnare una svolta tecnologica importante

Palmyra

La distruzione dell’antica città di Palmira è uno dei simboli della sofferenza del popolo siriano per mano dell’ISIS. Sin dalla sua fondazione, la città, situata in un oasi nel deserto su un crocevia fondamentale, era considerata “uno dei più importanti centri culturali del mondo antico“. Palmira era stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO e sin dall’antichità era famosa per il clima di tolleranza e multiculturalismo, le stesse caratteristiche che lo Stato Islamico ha cercato in tutti i modi di sradicare da quei luoghi.

I terroristi hanno occupato la città nel maggio 2015, distruggendo sistematicamente monumenti come il Tempio di Baalshamin, il Tempio di Bel, due santuari islamici e numerosi altri. Hanno saccheggiato il museo e torturato e giustiziato il direttore dello stesso, Khaled al-Asaad, alla ricerca di un tesoro.

Da pochi giorni l’esercito siriano ha ripreso il controllo della città, sono in corso le prime stime dei danni e si stanno già valutando tempi e modi per effettuare le prime operazioni di restauro. Il Million Database Image Project dell’Istituto di Oxford di Archeologia Digitale ha intanto distribuito delle fotocamere a dei volontari per raccogliere foto in 3D dell’aerea interessata. L’idea è infatti quella di ricreare in scala reale tutti i manufatti architettonici del sito, utilizzando le moderne tecniche di stampa 3D in cemento. Il primo obiettivo è quello di ricostruire l’arco del Tempio di Bel e successivamente tutti i monumenti che l’ISIS ha contribuito a distruggere.

Ph: Joseph Eid  Ph: Joseph Eid

 

Non sarebbe il primo esempio di ricostruzione di una città su larga scala. Il centro storico di Varsavia ad esempio, che era finito distrutto durante la seconda guerra mondiale, nel corso degli anni è stato quasi completamente ricostruito ed è ora considerato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Si tratta di un’operazione costosa, certamente, ma che potrebbe essere realizzata in maniera più rapida ed economica utilizzando le nuove tecnologie digitali.

Molti però sostengono che la stampa 3D non sia capace di catturare l’autenticità delle strutture originali, e si sia costretti ad assistere a una disneyficazione del patrimonio storico di Palmira. Il restauro non riuscirebbe altresì a correggere le perdite causate dai vasti saccheggi subiti dal sito, concentrandosi solo sui monumenti drammaticamente distrutti. Ma, ancora più importante, c’è da chiedersi se il ritorno di Palmira al suo stato di cose pre-conflitto non andrebbe a negare un importante capitolo della sua storia.

FONTE | theconversation.com

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
36,90 €

Orologio da tavolo vintage

Dal design minimal, l'orologio da tavolo con flip-page è perfetto per la tua scrivania, donando un tocco vintage al tuo studio o alla tua casa. CARATTERISTICHE: Dimensioni: 195mm x 170 millimetri Non include batterie Prodotto spedito dalla Cina, Stati Uniti o Repubblica Ceca. Tempi di consegna: 20/30 gg.
17,32 €

Kit tie dye

Kit tie dye, utilizzabile con tessuti come il cotone e rayon. Perfetti per personalizzare qualsiasi capo, dalle tshirt, ai jeans, fino a borse e sciarpe. Caratteristiche: 12/10/8/18 coloranti 8 colori: rosso, arancione, giallo, verde, blu scuro, viola, marrone, nero  10 colori: rosso, arancione, giallo, verde, acido orange, blu navy, blu scuro, viola, marrone, nero  12 colori: viola profondo rosso, rosso, arancione, giallo, verde, arancione acido, blu navy, blu scuro, viola, viola, marrone, nero  18 colori versione: fucsia, rosso, arancione, giallo, acid orange, verde, blu scuro, blu chiaro, viola, blu, viola scuro, marrone, nero, corallo rosso, rosso vino, verde oliva, rosa, verde acqua, blu chiarissimo 40 bande di gomma 8 guanti usa e getta 1 tovaglia 1  manuale Prodotto spedito dalla Cina.Tempi di consegna: 20/30  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
19,90 €

Milano Music Map

Un poster con una speciale mappa di Milano fatta con i nomi delle band e dei musicisti che abitano le rispettive zone. Un oggetto di arredo per tutti i milanesi appassionati di musica!  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >