Art
di Simone Stefanini 8 Gennaio 2019

Tiziano Sclavi e il suo primo graphic novel, che fa tremare l’anima

Le voci dell’acqua è il primo graphic novel di Tiziano Sclavi, il creatore di Dylan Dog

Tiziano Sclavi è un personaggio vero, uno degli ultimi grandi eremiti dell’intrattenimento. Non aveva ancora 40 anni quando ha inventato Dylan Dog, eppure me lo sono sempre immaginato vecchio. Ricordo che ai tempi, e parliamo della seconda metà degli anni ’80, non giravano molte foto di questo signore e la sua vita era avvolta in un fitto mistero. Ogni tanto si faceva ritrarre sotto forma di illustrazione o di caricatura, ma niente di più.

Le poche immagini che riuscivo a trovare lo mostravano scuro in volto, orso, con gli occhi penetranti di chi di incubi ne ha fatti tanti. Fin dai primi Dylan Dog, sono rimasto affascinato dalla sua persona, persino dal suo nome, che per me era diventato il sinonimo di paura sì, ma anche di introspezione e di feroci risate. La mia versione adolescente moriva dietro i suoi orrori, le sue filastrocche macabre, le citazioni delle canzoni heavy metal o gotiche che inseriva nei fumetti, si piegava con le battute di Groucho e spesso, una volta chiuso l’albo mensile, iniziava la dolorosa rielaborazione emotiva.

La maggior parte delle sue storie, seppur citazioniste, mi colpivano nel profondo e riuscivano a trovare la chiave per entrarmi dentro, cosa mica facile quando sei teenager. Dal 1986 in poi, ho seguito tutta la sua carriera. Oltre ai fumetti ho letto i suoi libri Apocalisse, Nero, il recente Il tornado di valle Scuropasso e il capolavoro Non è successo niente. In tutti ho trovato quel tormento, quell’agitazione che non è facile riprodurre e che a lui sembra riuscire così naturalmente. Ho anche guardato il documentario Nessuno siamo perfetti, in cui Sclavi si racconta senza censure e in cui viene fuori un uomo profondamente pessimista, quasi vinto. In seguito, Roberto Recchioni (l’autore a cui Sclavi ha passato il testimone per la curatela di Dylan Dog) mi ha detto che il taglio di quel video è un po’ forzato e che Tiziano Sclavi nella realtà non è la macchietta oscura che esce dal video. Bene.

Ogni informazione su di lui accresce il mio status di lettore/fan, perché sono convinto che di autori come Tiziano Sclavi ne nascano pochi, con una voce così riconoscibile e potente da applicare a tutto quello che fanno.

L’occasione per parlare della mia ammirazione nei confronti di Sclavi è ghiotta: il 10 gennaio esce per Feltrinelli Comics il suo primo vero romanzo a fumetti, disegnato dal bravissimo Werther Dell’Edera, dal titolo Le voci dell’acqua.

Una lettura difficile da mandare giù, che contiene tutti gli elementi della sua narrativa. Sotto una pioggia insistente, che sembra non dover finire mai, un uomo di nome Stavros sente le voci e sembra schizofrenico, ma la realtà potrebbe essere un’altra. La pazzia potrebbe essere contagiosa, collettiva e presto la sua storia cambia soggetto. Seguiamo le riflessioni di altre persone, sempre caustiche, piene di humor nero e di ordinaria follia, per poi giungere ad un epilogo sorprendente, che lascia di nuovo il cervello e le emozioni lavorare dopo l’ultima pagina.

Di nuovo, come in un percorso organico, Sclavi con poche parole riesce a parlare di un argomento tabù come la salute mentale, e lo fa con la stessa profondissima grazia con cui parlava al me adolescente e ai milioni come me che si sentivano ai margini della società, incompresi da famiglia, scuola, istituzioni e amicizie. Sono ancora convinto che pochi sappiano sondare l’animo umano come Tiziano Sclavi e questa sua nuova apparizione, la prima in un graphic novel slegato dai suoi personaggi storici, conferma la sua grandezza.

Le voci dell’acqua – Tiziano Sclavi e Werther Dell’Edera

Compra | Amazon

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,32 €

Kit tie dye

Kit tie dye, utilizzabile con tessuti come il cotone e rayon. Perfetti per personalizzare qualsiasi capo, dalle tshirt, ai jeans, fino a borse e sciarpe. Caratteristiche: 12/10/8/18 coloranti 8 colori: rosso, arancione, giallo, verde, blu scuro, viola, marrone, nero  10 colori: rosso, arancione, giallo, verde, acido orange, blu navy, blu scuro, viola, marrone, nero  12 colori: viola profondo rosso, rosso, arancione, giallo, verde, arancione acido, blu navy, blu scuro, viola, viola, marrone, nero  18 colori versione: fucsia, rosso, arancione, giallo, acid orange, verde, blu scuro, blu chiaro, viola, blu, viola scuro, marrone, nero, corallo rosso, rosso vino, verde oliva, rosa, verde acqua, blu chiarissimo 40 bande di gomma 8 guanti usa e getta 1 tovaglia 1  manuale Prodotto spedito dalla Cina.Tempi di consegna: 20/30  
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >