Geek
di francescarusso_ 30 Aprile 2019

Rage Yoga: lo yoga che ti rilassa con le imprecazioni e l’alcol

Lo Yoga vi fa venire il nervoso? Il Rage Yoga di sicuro lo farà passare

Il “Rage Yoga” è una particolare pratica di rilassamento che mette sullo stesso piano la rabbia e lo yoga, e consente di tirar fuori tutta la collera imprecando al cielo.

Se gestire la rabbia non è un esercizio per nulla facile, e lo yoga è propriamente pensato per rilassarsi con lunghi respiri monitorati e calme sedute, dove si abbandona ogni pensiero negativo, il Rage Yoga è stato creato per controllare la rabbia con altra rabbia .

L’attività è partita casualmente su invenzione di Lindsay Istace, e ha attirato moltissimi sostenitori in diversi paesi, soprattutto negli Stati Uniti.
La Istace, che era costantemente stressata sul posto di lavoro, non aveva finora trovato soddisfacente le tecniche tradizionali dello yoga, mentre il Rage Yoga le ha dato piena soddisfazione. Lindsay non è una professionista del settore, ma i risultati e gli apprezzamenti da parte di altre persone dicono il contrario!

Per mettere in pratica le varie attività non serve un’atmosfera silenziosa o di voci basse anzi, ci si può arrabbiare ed incolpare perfetti sconosciuti per i propri problemi (curandosi di non offendere i partecipanti), con l’obiettivo di lasciarsi andare, magari anche bestemmiando. Inoltre, bere alcol e la musica metal aiuterebbe nel processo.
Le lezioni con le chitarre elettriche sono diventate sempre più popolari, e gli allievi dicono di averne tratto benefici anche dal punto di vista caratteriale, sentendosi persone diverse e più toste.

Il Rage Yoga è però attento anche alle posizioni del corpo. Ci si siede su tappetini e cuscini, si chiudono gli occhi, si imparano varie tecniche di respirazione, e poi l’insegnante fomenta gli allievi con la collera. Molti esperti hanno sollevato dubbi su questa versione alternativa dello yoga, ma nonostante questo non ci sono state grandi critiche, poiché pare che questa pratica favorisca davvero lo sfogo della rabbia e una maggior consapevolezza di sé stessi. Sul suo sito web, Lindsay chiarisce che già nel 2016 la pratica avveniva in modo efficace all’interno di un pub, e il locale è ancora oggi un luogo di ritrovo per gli appassionati.

Senza dubbio è il modo migliore per sfogare la rabbia e lo stress dopo il weekend.

TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >