Libri
di Marco Villa 12 Novembre 2015

Il bambino supereroe contro gli insetti giganti: Astrogamma, il nuovo fumetto di LRNZ

Abbiamo intervistato LRNZ in occasione dell’uscita del suo nuovo libro

astrogamma-cover

 

Un passo avanti e uno indietro. Si potrebbe riassumere così il momento della carriera di Lorenzo Ceccotti in arte LRNZ, esploso come uno dei disegnatori italiani più importanti con il suo Golem, uscito per BAO nel 2014. Una graphic novel di grande successo, che parla di un futuro distopico in cui il mondo è sull’orlo del baratro e gli esseri umani contano sempre meno. Una storia che ha fatto circolare molto il nome di LRNZ e gli ha permesso di aprirsi diverse strade, lungo le quali, appunto, ha compiuto un passo avanti e uno indietro.

In senso cronologico, non qualitativo. Quello avanti è costituito dal lavoro al progetto Monolith, fumetto+film a cui lavoreranno Sergio Bonelli e Sky, con la benedizione di Roberto Recchioni. Il passo indietro invece è quello che ha portato LRNZ a confrontarsi con Astrogamma, storia pubblicata nel 2006 e ora in uscita in una nuova edizione per BAO Publishing.

 

COVER-ASTROGAMMA-LENTICOLARE-2 (1)  La copertina lenticolare di Astrogamma di LRNZ

 

Come in Golem, in Astrogamma l’umanità non se la passa bene: in questo caso per colpa di una mutazioni che ha reso giganti tutti gli insetti. Numericamente e fisicamente inferiori, gli essere umani iniziano una lotta impari, aiutati da un ragazzino che è diventato una sorta di supereroe. Il tutto rigorosamente ambientato in Italia, tra Roma e provincia, per l’esattezza. In occasione della nuova edizione di Astrogamma abbiamo contattato LRNZ per fargli qualche domanda.

 

ASTROGAMMA p5  Una tavola di Astrogamma di LRNZ

 

Astrogamma è stato riunito da BAO in un unico volume dopo essere stato pubblicato inizialmente nel 2006. Assemblando tutto cosa hai provato?
Di norma quello che faccio mi disgusta dopo 5 minuti che ho finito di farlo. Figurati dopo quasi 10 anni. Maneggiavo i file con uno scafandro. Astrogamma ha visivamente degli strappi stilistici piuttosto drastici, le prime 40 tavole erano state disegnate in 6 anni. 6 anni sono case, città, fidanzate completamente diverse.

So che hai cambiato diverse parti, è stato difficile rimettere mano e testa a qualcosa fatto quasi 10 anni fa?
L’operazione di ri-disegnare le tavole iniziali, oltre che uno strazio immane a dimostrare l’immenso amore che ho per i miei lettori (privilegiati!), è stato un divertente esperimento di restauro, più che di miglioramento senza compromessi: ho cercato di muovermi in un range espressivo compatibile con la mia testa del 2006, imbrogliando qualche volta, ma cercando di restare fedele alla seconda parte del libro più che potevo. È stato buffo fingermi inesperto e sorvolare sulle mie lacune con una scusa vera. Il risultato, alla fine mi pare soddisfacente, ma non sono ancora passati 5 minuti quindi sono poco attendibile. È BELLISSIMO vedere che una cosa praticamente caduta nel vuoto dieci anni fa ora stia avendo una vita così bella, specie nella veste spaccona che BAO Publishing mi ha amorevolmente permesso di cucirgli addosso.

 

ASTROGAMMA p18  Una tavola di Astrogamma di LRNZ

 

Gli insetti giganti che invadono l’Italia e il mondo: perché questa scelta allora? Al di là degli aggiustamenti grafici e del lavoro di “restauro”, come l’hai definito, cosa avresti cambiato della storia?
Niente, sono onesto. La storia è esattamente come la volevamo io e Alessandro Caroni, coautore del libro.

In uno dei primi capitoli c’è una lunga citazione di Leopardi, come mai questa scelta?
Astrogamma è un fumetto sull’evoluzione, sulla volontà di vivere, sulla natura, sulla caducità della vita e la furia incontrollabile della natura. Leopardi certe cose le ha dette prima e meglio di tutti. Tanto basta. Per noi quelle due tre battute sono rafforzative in maniera perfetta delle tematiche originarie che muovono tutta la storia.

 

ASTROGAMMA p19  Una tavola di Astrogamma di LRNZ

 

Per coincidenza, Astrogamma inizia a Ostia, dove si svolgono alcune scene importanti di Suburra: credi che la narrazione di genere in Italia stia vivendo un buon momento, al di là del mezzo con cui viene veicolata?
Sono cresciuto leggendo fumetti giapponesi, francesi, italiani, americani. I migliori si svolgono nei luoghi vissuti dall’autore. Mi vengono in mente Rumiko Takashi così come Tamburini e Liberatore per fare due nomi a caso diversissimi e con lo stesso spiccato senso del luogo. Ho sempre fatto fumetti che si svolgono a Roma o in Italia, per lo più, perché Roma la conosco bene, sicuramente meglio dei luoghi nei fumetti di altri paesi, per quanto li abbia amati alla follia. Chiaro che la tentazione quando si è giovinetti è quella di ripetere pedissequamente l’immaginario americano, o giapponese, ma bisogna rendersi conto che, a parti invertite, loro non avrebbero prodotto quello che hanno prodotto. Tutto qua: il territorio è uno strumento enorme, giocare fuori casa non ha molto senso, strategicamente, a meno che il viaggio non sia una componente strutturale. E poi oh, vivo a ROMA. Come si fa a non parlarne? Sul buon momento del genere in Italia non mi sento di potermi esprimere perché non ne so molto. Che non vuole essere una smentita eh!

 

ASTROGAMMA p23  Una tavola di Astrogamma di LRNZ

 

Sei probabilmente uno dei disegnatori italiani con uno stile più internazionale: è stato difficile imporlo in Italia?
Direi di no. Non ho dovuto imporlo a nessuno, anzi! Poi sai, internazionale o meno non saprei neanche dirti cosa voglia dire per il disegno. Per me esiste il buon disegno che fa quello che serve, diventa poco importante se è francese o tedesco o coreano. Il disegno è un linguaggio universale, sicuramente mooooolto più di tanti altri.

L’uscita di Astrogamma verrà accompagnata da un tour di presentazione di LRNZ, che inizierà il 13 novembre presso la Feltrinelli di Galleria Colonna. Nell’immagine qui sotto trovate tutti gli altri appuntamenti.

 

Astrogamma_LRNZ_tour_BAO_2015  Il tour di presentazione di Astrogamma di LRNZ

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,30 €

Fumetto Paper girls vol.1

Il fumetto Paper Girls, il primo volume di 144 pagine è uscito il 25 agosto 2016 per BAO Publishing e si candida a essere il perfetto incontro tra Ghostbusters e Stranger Things. Paper Girls è infatti una serie scritta e disegnata da Brian K. Vaughan e Cliff Chiang, che va a collocarsi tra i Goonies, Stand By Me e la Guerra dei mondi, ma con una particolarità non da poco: stavolta le esploratrici in sella alle BMX sono tutte ragazze. Un Sacro Graal per tutti i retromaniaci amanti del vintage, che si candida a diventare un nuovo cult.
25,00 €

Il libro di ricette italiane illustrato da Olimpia Zagnoli

Questo libro contiene 140 ricette di piatti italiani, scritte in francese e arricchite di tante belle illustrazioni di Olimpia Zagnoli. Con molto amore. Olimpia Zagnoli è un’illustratrice italiana diventata famosa negli Stati Uniti, dove ha avuto l’onore di illustrare le prestigiose pagine del New York Times e del New Yorker. Ha girato video musicali e firmato copertine di libri, ha lavorato per Taschen e non sembra volersi fermare più.  
124,76 €

More than human

Gli animali sono più umani di noi? Forse. E’ questo il lavoro del fotografo londinese Tim Flach, che raccoglie in un volume tutti i suoi migliori scatti di animali che sembrano più umani degli esseri umani. Un librone pieno di grosse, bellissime e dettagliatissime foto che vi lasceranno senza parole.
9,50 €

Zen del Juggling

Autore: Dave Finnigan Editore: Nuovi Equilibri Un vecchio libro, del 1999, ma è un classico per gli amanti della giocoleria, è in fondo un libro per tutti, perché la vita è come un esercizio difficile di giocoleria.
19,90 €

Chineasy, il libro per imparare il cinese

Vuoi imparare il cinese? Ci sono 200 simboli fondamentali con i quali si può capire all’incirca il 40% del cinese scritto, dai menu al ristorante, ai cartelli stradali, spot televisivi e scritte sui giornali. Per spiegare e memorizzare questi simboli c’è questo bel libro: Chineasy.
14,45 €

L'inverno d'Italia: Il fumetto di Davide Toffolo sui campi di concentramento italiani

Grazie a Coconino Press è uscita la nuova edizione di L’inverno d’Italia, il fumetto sulla vergognosa pagina della storia italiana: i campi d’internamento italiani in cui finirono migliaia di cittadini sloveni. Una storia poco conosciuta raccontata qui con le illustrazioni del bravissimo Davide Toffolo.
28,90 €

Al di là delle parole. Che cosa provano e pensano gli animali

Abituati ad anni ed anni a guardare documentari prima su Superquark e poi sui vari canali satellitari o su Netflix, quando si inizia a leggere Al di là delle parole di Carl Safina, libro appena uscito per Adelphi, si è convinti di sapere tutto sul mondo degli animali. E invece no, leggendo il libro si capisce come non sappiamo proprio niente.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >