Libri
di Giulio Pons 17 Novembre 2019

Tutto quello che sapete sulle piante è sbagliato, lo dice Stefano Mancuso

Il regalo perfetto per chi ama la natura, specie quelli che si prendono cura delle piante sul balcone, un viaggio nello sconosciuto universo vegetale.

La gran parte della gente pensa cose sbagliate delle piante e Stefano Mancuso, professore e neurobiologo vegetale, ce lo spiega coi dai dati e portando esempi scientifici demolisce tutti gli stereotipi. Questo libro “Botanica, viaggio nell’universo vegetale” (Edizioni Aboca) non è un manuale di botanica, ma un vero e proprio percorso di scoperta.

Un primo dato da cui parte l’autore nel libro è il fatto che la massa delle piante è oltre il 90% della massa di tutti gli esseri viventi del pianeta. E tutti gli animali messi insieme costituiscono meno dell’1% del peso dei viventi, insomma, anche i funghi (che non sono piante) da questo punto di vista sono più importanti degli animali, avendo una massa complessiva 4 volte maggiore. Quindi è solo la presunzione umana che ci fa credere di essere le creature migliori del pianeta.

Le piante non solo vivono, si nutrono e crescono senza mangiare altri esseri viventi (sono cioè autotrofe), ma interagiscono tra di loro, comunicano, sentono l’ambiente esterno e reagiscono ai cambiamenti. Solo che lo fanno diversamente da noi e soprattutto più lentamente. Per le piante l’evoluzione ha previsto un sistema completamente opposto per risolvere i problemi della vita, a partire dall’alimentazione con l’invenzione della fotosintesi clorofilliana e preferendo poi distribuire le funzioni vitali in tutto il corpo invece che centralizzarle negli organi.

La pianta non ha un cervello, ma elabora i suoi pensieri e ha addirittura memoria, non ha un cuore, ma fa scorrere la linfa dappertutto, non ha degli arti per muoversi, ma sa spostare i suoi rami verso la luce. Il distribuire le funzioni nell’intero organismo la rende più forti e le fa resistere alla predazione da parte degli animali. Per esempio se togli un ramo ad un albero non lo uccidi, perché non distruggi un organo vitale e le funzioni di quel ramo le fanno tutti gli altri rami. Prova invece a togliere il cuore ad un uomo.

Stefano Mancuso infine è anche un ottimo divulgatore e infatti questo libro nasce da una collaborazione con i Deproducers che va oltre le pagine cartacee e costituisce uno spettacolo multimediale, ma il libro è assolutamente un’opera a sé, quindi non occorre vedere lo spettacolo per apprezzare il libro, anzi è una di quelle letture che ti cambia, perché stravolge sia il modo in cui vedi le piante, che quello in cui vedi l’uomo.

Compra | su Amazon

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

85,00 €

Codex Seraphinianus

Volete provare quello che prova un bambino quando sfoglia un libro? Cioè, come ci si sente a guardare un libro e non capire proprio niente? Nel tentativo di farci provare qualcosa di simile, Luigi Serafini negli anni '70 scrisse e disegnò una specie di enciclopedia assurda, che illustra e racconta un mondo fantastico e decisamente impossibile, descritto per filo e per segno con un linguaggio inventato, caratteri incomprensibili che sembrano a prima vista un alfabeto cifrato, ma che in realtà son proprio segni a caso (come più tardi ha chiarito lo stesso autore). Un bel librone assurdo.
23,80 €

Là fuori. Guida alla scoperta della natura

Là fuori è una guida alla scoperta della natura, pensata e scritta per bambini e ragazzini. Un libro che risponde alle domande che nascono osservando la natura, anche in città, nei parchi, nelle aiuole, nei giardini. Alberi e fiori, nuvole e stelle, rocce e sabbia, uccelli, rettili e mammiferi... Là fuori è un libro che invita i bambini all'osservazione della natura, a notare i dettagli e insegna a stupirsi. Vi sono anche diverse attività per suscitare interesse e innescare meccanismi di gioco che sono anche percorsi formativi per i bambini.
10,47 €

Sticky monsters

John Kenn Mortensen è un artista danese con l’ossessione per i mostri dell’infanzia. In questo splendido, tenero e terrificante galleria disegna bestie pelose, demoni terribili e simpatici, incubi a prova di bambino su dei Post-it!
10,43 €

The Gashlycrumb Tinies

In Inghilterra è un grande classico, firmato dall’illustratore Edward Gorey. Nelle tavole del libricino, troviamo le lettere dell’alfabeto illustrate da bambini morti. Nel senso: ogni lettera è accostata a un bambino con quell’iniziale, morto in circostanze tragiche. Per dire una cosa banale, si potrebbe dire che si tratta di immagini che sembrano uscite dall’immaginario di Tim Burton, ma avrebbe poco senso. Il bello è perdersi per qualche secondo nelle vicende di questi poveri bambini.  
21,16 €

Un anno al vetriolo. Los Angeles Police Department, 1953

Ottantacinque foto della polizia di L.A. del 1953 diventano racconti scritti da uno dei più grandi scrittori americani viventi, un po' duro e crudo, per fare un viaggio all'inferno nella città degli angeli.
31,30 €

In her kitchen

Noi tutti amiamo le nonne. Con il loro profumo di borotalco e naftalina, il grembiule sempre indosso come se fosse un’uniforme, lo sguardo eternamente dolce e affettuoso. Questo libro fotografico di Gabriele Galimberti ne racconta le cucine, i luoghi per definizione, delle nonne.
11,57 €

Sad Animal Facts

Il mondo visto dal punto di vista degli animali è ricco di sfortunate verità, humor delizioso e malinconico. Un libretto con 150 disegni fatti a mano di animali, ciascuno accostato ad un fatto scientifico che lo riguarda e al suo pensiero a proposito. Si chiama Sad Animal Facts e l'autrice è l'americana Brooke Barker.  
14,45 €

L'inverno d'Italia: Il fumetto di Davide Toffolo sui campi di concentramento italiani

Grazie a Coconino Press è uscita la nuova edizione di L’inverno d’Italia, il fumetto sulla vergognosa pagina della storia italiana: i campi d’internamento italiani in cui finirono migliaia di cittadini sloveni. Una storia poco conosciuta raccontata qui con le illustrazioni del bravissimo Davide Toffolo.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >