Libri
di Mattia Nesto 28 Settembre 2020

La primavera eterna di Tu sei il più bel colore del mondo di Golo Zhao

Il romanzo di formazione del fumettista cinese edito da Bao Publishing ci ha rapito per la sua insondabile dolcezza

Ad un certo punto di Tu sei il più bel colore del mondo vediamo un personaggio che, di mattino presto, varca il cortile della sua scuola. Ha l’occhio destro bendato e l’espressione vuota, impaurita e con una voglia matta di scomparire sotto terra. Eppure è lì, in mezzo ad altri studenti perché quello è il suo dovere: andare a scuola ogni mattina. Ovviamente, ben presto, qualcuno si accorgerà della bendatura e lo accosterà, praticamente in tempo zero, a Rei Ayanami, l’iconica pilota dell’Eva 00 di Neon Genesis Evangelion.

Tutte le foto, tranne questa, ci sono state fornite per gentile concessione dell’editore  Tutte le foto, tranne questa, ci sono state fornite per gentile concessione dell’editore

Questo è solo uno degli esempi del modo di raccontare le storie e della poetica di Golo Zhao, celebre autore di manhua (termine cinese per indicare i fumetti) che ormai in Italia ha raccolto intorno a sé un piccolo/grande culto grazie alla pubblicazione delle sue opere di Bao Publishing. Piccolo inciso: il volume edito da Bao, a questo giro, è veramente fantastico.

Un librone che diventa, immediatamente, un instant-classic, anche solo per la mole e il ruolo baricentrico che prenderà in qualsiasi libreria o mensola che lo ospiterà. Tu sei il più bel colore del mondo, tuttavia, rispetto allo struggente Soul Guide, riesce a donarci una sfaccettature in più dell’autore cinese. Infatti a questo giro Golo Zhao utilizza una tavolozza di colori più virati alla dolcezza.

Abbiamo qui davanti un vero e proprio romanzo di formazione, un Bildungsroman a fumetti in cui anche le cose più piccole e insignificanti, che magari noi adulti nelle nostre più o meno caotiche giornate bolliamo come nonnulla, qui acquistano un’importanza capitale. Come abbiamo visto prima anche solo passeggiare in mezzo a un cortile può rappresentare un grande problema e un insormontabile scoglio per una ragazza o un ragazzo delle medie. E se credete che Golo Zhao stia esagerando vi facciamo una domanda: davvero nessuno di voi, magari da più giovane, è stato colto da un senso d’ansia per il semplice fatto di andare alla lavagna a risolvere una semplice equazione? E non è, chiaramente, un discorso sulla matematica questo, no, tutt’altro, ma sul disagio che, quando si è più giovani (ma anche da adulti alle volte capita) si prova nel fare il minimo gesto che ci metta in contatto con gli altri. Proprio il contatto con gli altri è un altro grande tema del libro.

Nel momento in cui abbiamo letto”Quando a una persona piace qualcuno, alla fine sono affari suoi! Ci si gode quella sensazione di piacere in silenzio e va bene così”  non smettevamo di annuire con la testa. Con la levità e dolcezza dei toni, va detto, Golo Zhao affronta qui tematiche importantissima e porta avanti la sua personale filosofia. Una filosofia fatta di sentimenti ora più lievi ora più profondi, sempre e comunque da viversi in libertà, senza dover dipendere dalle costrizioni di una società molto competitiva, come quella cinese.

E allora ecco che, ogni tanto, è cosa buona e giusta rallentare un attimo e godersi la pioggia che batte sui vetri oppure sfidarsi a una partita di volano in un giorno di primavera, smettendo un attimo prima che il tempo si guasti. Tu sei il più bel colore del mondo tratta, in fondo, della nostra irriducibile e più intima essenza, ovvero la nostra umanità che non può essere coltivata e sviluppata se non in continua connessione con gli altri. Stringere legami, gettare ponti, far crescere connessioni: se avete un cuore leggere Tu sei la più bella cosa del mondo di Golo Zhao vuol dire fare entrare la primavera dentro di noi anche se fuori è autunno.

Tu sei il più bel colore del mondo – Golo Zhao

Compra | su Amazon

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

85,00 €

Codex Seraphinianus

Volete provare quello che prova un bambino quando sfoglia un libro? Cioè, come ci si sente a guardare un libro e non capire proprio niente? Nel tentativo di farci provare qualcosa di simile, Luigi Serafini negli anni '70 scrisse e disegnò una specie di enciclopedia assurda, che illustra e racconta un mondo fantastico e decisamente impossibile, descritto per filo e per segno con un linguaggio inventato, caratteri incomprensibili che sembrano a prima vista un alfabeto cifrato, ma che in realtà son proprio segni a caso (come più tardi ha chiarito lo stesso autore). Un bel librone assurdo.
14,45 €

L'inverno d'Italia: Il fumetto di Davide Toffolo sui campi di concentramento italiani

Grazie a Coconino Press è uscita la nuova edizione di L’inverno d’Italia, il fumetto sulla vergognosa pagina della storia italiana: i campi d’internamento italiani in cui finirono migliaia di cittadini sloveni. Una storia poco conosciuta raccontata qui con le illustrazioni del bravissimo Davide Toffolo.
124,76 €

More than human

Gli animali sono più umani di noi? Forse. E’ questo il lavoro del fotografo londinese Tim Flach, che raccoglie in un volume tutti i suoi migliori scatti di animali che sembrano più umani degli esseri umani. Un librone pieno di grosse, bellissime e dettagliatissime foto che vi lasceranno senza parole.
5,99 €

L'universo spiegato ai miei nipoti

Le risposte di un nonno astrofisico alle domande della nipotina raccolte in questo piccolo libretto. Hubert Reeves è un grande divulgatore e questo è un libro perfetto per cominciare a scoprire i misteri dell’Universo con i propri figli e nipoti.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
50,00 €

Il libro di cucina di Salvador Dalì

Nel 1973 il grande artista surrealista Salvador Dalì pubblicò un libro di cucina, intitolato Les Diners de Gala, il cui titolo è un abile gioco di parole che riguarda sia le cene di gala, sia quelle che lui e sua moglie Gala organizzavano per gli ospiti. E' un libro per un tipo di cucina opulenta. Al suo interno, 136 ricette divise in 12 capitoli, incluso quello sui cibi afrodisiaci.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
31,30 €

In her kitchen

Noi tutti amiamo le nonne. Con il loro profumo di borotalco e naftalina, il grembiule sempre indosso come se fosse un’uniforme, lo sguardo eternamente dolce e affettuoso. Questo libro fotografico di Gabriele Galimberti ne racconta le cucine, i luoghi per definizione, delle nonne.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >