Natura
di Simone Stefanini 15 Febbraio 2019

La sinistra riparta da Cipolla, il pappagallino che fischia Bandiera Rossa

Schierato politicamente più a sinistra di Renzi, Cipolla potrebbe essere il candidato giusto alle prossime elezioni

La sinistra riparta da Cipolla detto Cipo, il pappagallino calopsita che domenica scorsa è scappato dalla casa di adozione ed è stato ritrovato in strada mentre fischiettava “Avanti popolo, alla riscossa, bandiera rossa” etc.

La madre adottiva dell’uccello nostalgico del PCI ha detto che spesso lo lascia libero di svolazzare e lui non perde occasione per uscire di casa e nascondersi in qualche albero. Il problema è che, se volta sui rami troppo alti, rischia di non riuscire più a scendere. Come la nostra speranza mentre guardiamo gli exit poll delle elezioni.

 facebook

Il compagno pappagallino è stato ritrovato proprio grazie al suo canto, che esercitava serenamente nonostante il Governo. La padrona lo definisce “ribelle, con l’istinto del fuggitivo ma anche con la paura di restare solo”, proprio come un elettore di sinistra nel 2019. È stato trovato sul balcone da una signora che ha chiamato la Lipu e l’ha ricondotto dalla legittima proprietaria.

“Cipo fischia quando è allegro e quando vuole attirare l’attenzione. Ho provato a insegnargli qualche altro motivo e lui ci prova, mi segue un po’ ma poi torna su Bandiera Rossa.

È evidente che Cipolla sia collocabile più a sinistra di Renzi e che non si preoccupi di inseguire le istanze del centrodestra, dei manager o delle banche. Per lui, fiero nel suo piumaggio multicolore, conta solo il popolo. Lo troveremo alle prossime elezioni politiche come candidato premier? A questo punto, speriamo di sì.

TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >