Society
di Marco Villa 10 Giugno 2015

Attenzione: l’Abruzzo ha dichiarato guerra all’Islanda

I tifosi del Pescara sono convinti che la loro squadra non sia andata in Serie A per colpa dell’Islanda e hanno reagito così

Ieri sera c’è stata la partita di ritorno della finale dei playoff di Serie B tra Bologna e Pescara. Dopo lo 0-0 dell’andata, la partita è terminata 1-1 permettendo al Bologna di tornare in Serie A dopo un solo anno, grazie alla miglior posizione in classifica al termine della stagione regolare.

Fin qui la cronaca sportiva, con tanto di tecnicismi di regolamento. Adesso arriva la parte divertente: come segnalato da Darwinite, infatti, i tifosi del Pescara non hanno preso bene l’esito dei playoff. Nella classica ricerca di un colpevole, però, non si sono concentrati sull’arbitro, ma su un’intera nazione: l’Islanda. No, non è stata scelta a caso e non è nemmeno colpa dei Sigur Ros. L’Islanda è stata scelta perché la nazionale di quel paese ha convocato Birkir Bjarnason, un giocatore fondamentale del Pescara, particolarmente in forma in queste settimane. Bjarnason ha dovuto rispondere alla convocazione, abbandonando la propria squadra di club e i propri compagni nella partita più importante dell’anno.

E quindi: maledetti islandesi che ci avete portato via Bjarnason, adesso diamo il via all’invasione. No, nessuna marcia su Reykjavik, ma un bellissimo attacco alla pagina Facebook della Federcalcio islandese, con tanto di frasi in dialetto, arrosticini, allusioni al Molise e molto altro.

FONTE | Darwinite

Schermata 2015-06-10 alle 14.51.07 Schermata 2015-06-10 alle 14.50.55 Schermata 2015-06-10 alle 14.49.40 Schermata 2015-06-10 alle 14.49.08 Schermata 2015-06-10 alle 14.48.54 Schermata 2015-06-10 alle 14.48.04 Schermata 2015-06-10 alle 14.47.27 Schermata 2015-06-10 alle 14.47.15 Schermata 2015-06-10 alle 14.46.33 Schermata 2015-06-10 alle 14.46.19 Schermata 2015-06-10 alle 14.45.55

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2019"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2019”. Bag bianca cotone con illustrazione nera di Andrea De Luca.  
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >