Society
di Raffaele Portofino 31 Luglio 2015

Cose sgradevoli che succedono quando uscite con un nerd

Davvero non hai mai visto quel film? Devi ASSOLUTAMENTE vederlo.

E nemmeno un* di quelli fighi, ma di quelli spocchiosi, sotuttoio e terribilmente pallosi. Siamo sicuri che sia capitato a tutti di provare nella vita l’appuntamento col nerd, anche se, probabilmente, l’accollo se lo sono dovute prendere più le ragazze dei ragazzi.

Sì perché mica la vita vera è davvero come Big Bang Theory, dove i nerd, con tutte le loro fisse sono comunque simpatici e amabili. Di solito sono portatori sani di spocchia, chiusi nel loro mondo, che aprono per inghiottirti dentro, senza mai fare un passo in direzione del tuo.

Vediamo se da questi semplici segni riconoscete l’identikit del tipo con cui siete uscite e con cui non uscirete mai più. Il luogo dell’appuntamento è, logicamente il posto più vicino dove poter andare a vedere un film:

 

Il sesso è l’ultima cosa che gli viene in mente mentre guarda un film

05ce5915f2887e36fc9278bc0ea7b7b51415c96b87c59829274cc013a0d82864

Dai, lo sappiamo tutti, nonostante il valore artistico ed emotivo di una pellicola, invitare una ragazza al cinema o a casa tua per guardare un film è la frase in codice per dire: andiamo a fare sesso. Col tuo nerd invece sai che succede? Che se ne sta imbambolato davanti allo schermo e se ci provi te a smuovere un po’ la situazione, ti risponde: “Ferma dai, guarda qui altrimenti non capisci come va a finire”. Ok.

 

Rovinerà un film che ti piace con tu una serie di critiche di cui non te ne potrebbe fregare di meno

giphy

Dopo esserti sorbita il la maratona di Star Wars, Decalogo di Kieslowski e vari corti di videoartisti cinesi, per una volta riesci a fargli vedere un film che piace a te. Apriti cielo. “Ma che direttore della fotografia ha questo film? Ha una resa in notturna che fa schifo”, “Ma come fa ad usare sempre quell’inquadratura da destra verso sinistra, è abusata.”, “La musica è talmente didascalica” e l’ultima domanda, quella più bella: “Davvero ti piace questa roba?”

 

 Cita una frase e poi t’interroga: da dov’è presa?

giphy-1

Da un film, da un fumetto, da una saga, da un libro. E non è che puoi saperle tutte, te hai avuto anche una vita. Quindi ti guarda deluso.

 

Ti regala per Natale, per compleanno e per l’anniversario solo BluRay

980x.jpg

Alla prima occasione ti regala il lettore BluRay, così poi potrà sbizzarrirsi con i doni, cioè con i film che piacciono a lui e che vorrebbe che tu imparassi a memoria, chiaramente nel supporto più tecnologico possibile.

 

Giudicherà i tuoi amici e i tuoi familiari dai film, dalla musica o dalle letture

giphy-2

“Non dirmi che tuo padre ama i cinepanettoni…” – “Non dirmi che i tuoi amici ascoltano Venditti…” – “Non dirmi che non avete mai letto Richard Matheson…” – “Non dirmi che davvero stasera volte guardare la finale di Champions League…”

 

Se entri in casa sua, prova a toccargli senza permesso un fumetto, un libro o una qualunque cosa sia impilata nella libreria

tumblr_inline_mlrnzfZcmO1qz4rgp

Assisterai ad una crisi di nervi, perché le cose che possiede sono tutte catalogate e stivate in ordine alfabetico e d’importanza, d’anno di nascita dell’autore o di simpatia nei confronti della polenta, non importa. Poi ricordati che lui non sfoglia né i libri né i fumetti per mantenerli perfetti quando poi andrà a mostrarli ai suoi amici collezionisti, bullandosi.

 

Durante Game of Thrones, che piace anche a te, ti dice le differenze tra libro e serie tv e poi si arrabbia con George R .R. Martin o con i registi

557dbd66ca2dc24e4d2698d6_melisandre-jon

 

Ti ha fatto seguire almeno 50 serie tv di merda. poi finalmente ne hai trovata una che appassiona anche te e niente, lui te la deve rovinare parlando dei libri, delle descrizioni dei personaggi che erano diversi, di come sarebbe dovuto andare. Sempre al fine di rovinare quell’attimo di serenità che avevi trovato.

 

Non contraddirlo, tanto ha sempre ragione lui

giphy-4

Libera di provarci eh. Ma non dire che non ti abbiamo avvertita.

FONTE | distractify.com

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >