Society
di Sandro Giorello 24 Gennaio 2017

I motivi più stupidi in assoluto per cui essere licenziati

C’è chi sequestra i colleghi legandoli nel retrobottega o chi assaggia il cibo dei clienti per vedere è se buono. I casi più assurdi trovati su Reddit

“Lei è licenziato”, da Ritorno al Futuro 2 wpengine.netdna - “Lei è licenziato”, da Ritorno al Futuro 2

 

Quando si è giovani e il concetto di essere un umano maturo e responsabile non si è ancora perfettamente formato nella nostra coscienza, capita di commettere qualche stupidaggine mentre si è al lavoro.

A volte si tratta solo di una semplice e ingenua disattenzione, in altri casi invece potremmo parlare di veri e propri autosabotaggi, sintomo che il nostro cervello ci sta mandando dei segnali inequivocabili per farci capire che quel tipo di impiego non fa proprio per noi. A prescindere da come la vogliate interpretare, la cazzatona in orario di ufficio è all’ordine del giorno ma non sempre il tutto si risolve con una risata e un ammonimento.

 

 

Su Reddit si è sviluppato un lungo thread sui casi di licenziamento più assurdi. È bastata la domanda “Manager, qual è il motivo più stupido per cui avete licenziato un vostro dipendente?” e in breve sono comparsi centinaia di post. I motivi più classici sono facilmente immaginabili: tanti sono stati beccati a guardare porno, altrettanti sfruttavano le gif card dei loro clienti, molti rubavano la merce esposta o la consumavano direttamente in negozio  – a volte offrendo un boccone anche ai loro superiori – o qualcuno più sbadato si è portato una pistola al lavoro ma poi se l’è dimenticata nei posti più impensabili.

 

 

Tra i più memorabili c’è sicuramente il caso di un giovane ventenne che si è dato malato dicendo addirittura di aver avuto un infarto – non così plausibile, vista l’età – ma poi è stato beccato mentre preparava il furgone insieme alla sua ragazza, pronto per farsi una giornata in spiaggia. Come è stato scoperto? Abitava di fronte al negozio per cui lavorava e dalle vetrate si vedeva benissimo dove aveva parcheggiato.

 

 

Un addetto della cucina, invece, è stato licenziato perché invece di lavare i piatti credeva che un metodo più veloce fosse buttare tutto nella spazzatura rovinando, così, un intero servizio d’argento. Un cameriere, durante le sue due prime settimane di lavoro si è dato malato tre volte e una di queste è stato visto al tavolo del suo stesso ristorante mentre festeggiava con i suoi amici.

 

 

Un impiegato ha detto che il suo giorno di lavoro più assurdo è stato quando un suo collega è stato trovato legato ad una sedia dal retrobottega. Pur non riuscendo ad avvicinarsi al telefono, il poveraccio è riuscito a usare Siri per chiamare la polizia, che puntualmente ha fatto irruzione nel negozio mandando su tutte le furie il principale. Dalle registrazioni della telecamera interna sono poi riusciti a risalire al colpevole – che è stato licenziato, ovviamente – mentre la vittima è stata ricoperta di soldi affinché non sporgesse denuncia.

Ma il nostro eroe è lui: il commesso che ha preferito testare di persona la merce per evitare possibili sbagli. Alla richiesta di un cliente che gli chiedeva cosa ci fosse nel suo bicchiere – Coca Cola o Dr. Pepper? – lui ha semplicemente bevuto un sorso e ha risposto. Avesse anche fatto un ruttino gli avremmo dato subito una medaglia.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >