Society
di Camilla Campart 26 ottobre 2018

Stelle del cinema nude e pesci, una campagna contro la pesca eccessiva

Personaggi celebri si spogliano per abbracciare la campagna contro l’eccessiva pesca lanciata dall’organizzazione Our Fish.

E’ stato Sean Penn a condurre la sfilata di stelle del cinema che, nude, hanno sorretto pesci simbolici per lanciare un chiaro messaggio ai governi dell’Unione Europea contro l’abuso della pesca.

4 ottobre 2018: un urlo di coraggio volto a una diminuzione repentina della pesca entro il 2020. Le celebrità di Londra, Copenaghen e Los Angeles ha contribuito alla diffusione della campagna Fishlove del ristorante Brighton MOSHIMO per aiutare l’organizzazione Our Fish a spronare i governi europei a dare un taglio alla sovrapesca.

Sean Penn, Paris Jackson, Clark Gregg, Elizabeth McGovern, Josh Brolin, Leila George, Ben Lawson, Lincoln Younes, Jai Courtney e non solo, sono tutti stati fotografati con il pesce fornito da Santa Monica Seafood. Le motivazioni sicuro non mancano: il futuro dei nostri figli, oceani sani, un’alimentazione sicura, tradizioni, le diverse creature marine e così via. Volete aggiungere qualcosa?

Perché sovrasfruttare i mari europei? Fishlove abbraccia una causa coraggiosa ed enorme, rinunciando alla pretese di rubare al nostro pianeta. Personaggi celebri si spogliano per salvare i pesci. #EndOverfishing, signori, è il vero cuore della campagna.

Alan Gelati e Olaf Blecker, fotografi, hanno immortalato la sfilata, dove i pesci-icona sono stati quelli effettivamente sotto minaccia. La mostra tedesca è stata organizzata in contemporanea con la riunione del Consiglio “Agricoltura e pesca” che si è svolta a Lussemburgo, sede di negoziazione di quote di cattura per il Mar Baltico nel 2019. Chiaramente non un caso.

CORRELATI >