pamela scuppa fruttariana
Society
di Simone Stefanini 8 Settembre 2016

Fenomenologia di Pamela Scuppa, la fruttariana che si cura con l’urina e va in giro a piedi nudi

Si definisce una guerriera e un’anima evoluta: noi ne siamo ipnotizzati, e l’abbiamo voluta studiare per voi

pamela scuppa fruttariana Facebook - Pam e la sua uva

 

Conoscete Pamela Scuppa? Se questo nome dovesse dirvi poco più di niente, non preoccupatevi: è una cosa positiva. Siccome però nella vita bisogna addentrarci nella conoscenza del bene come del male per capirne a fondo l’essenza, allora ve la presentiamo noi.

Pamela Scuppa detta Pam è una fruttariana, cioè una che segue alla lettera una dieta fatta solo ed esclusivamente di frutti. Non solo, nella sua angosciante pagina Facebook si dichiara scrittrice e illustratrice, ma a noi piace ricordarla come regina del selfie erotico in compagnia di frutti di varia natura.

Ella infatti sovente posta foto in cui mostra il proprio generoso fisico e la propria espressione monella, mentre abbraccia o mangiucchia ciò che la dieta fruttariana le consente di mangiare. Praticamente quello che una persona normale mangerebbe dopo il secondo e prima del dolce.

Fa venire una gran fame, non è vero? Pensate al piacere con cui festeggiare il Capodanno, con un bel cenone a base di melone e basta. I tuoi amici intanto fanno antipasto-primo-secondo-dolce in un tripudio di gioia e calorie e te che fai?

Ti mangi in 20 secondi un melone, fiera, come testimonia Pam, di non amputare i suini ma nemmeno di amputare le lenticchie, che come tutti sanno, possono essere vendicative.

 

pamela scuppa fruttariana Facebook

 

Un tantinello inquietante è anche la sequenza delle foto quando vai ad aprire il suo album su Facebook. Pam sta sempre seminuda e ti guarda con un sorriso che non capisci se ammicca o se dietro di sé nasconde un coltellaccio. In entrambi i casi, la parola d’ordine è fuggire.

La Pam è anche madre di due bambine “fierissime di essere vegan”. Proprio per loro ha creato una pagina di ricette comprensive di fotografie di cibo che ricorda più tinozze di verdura buttata a caso con pizze che farebbero passare l’appetito anche ai Ninja Turtles.

Vi alleghiamo un rvm direttamente dalla pagina, che come se non bastasse, vive anche il dramma di doversi chiamare I Vegan Pancini Golosi di Mandy e Taty. Come se già fosse facile arrivare a fine giornata senza bestemmiare.

 

Quando pensate di aver già raggiunto un enorme bagaglio d’informazioni sul personaggio e sulle sue manie, ecco quella più esaltante di tutte: come la sua esimia collega Eleonora Brigliadori, anche Pam, fa delle gran bevute di urina.

Occhio perché apriamo una finestra divulgativa: per chi crede nella magia del corpo umano, bere la propria urina è come abbeverarsi all’acqua della vita stessa.

In questo video la bella Pam sostiene infatti che la sua pipì abbia un potere curativo enorme, potentissimo, ma benché sia deliziosa e sappia di latte, sconsiglia di bere più di un mezzo bicchiere al giorno. Morigerata.

 

https://www.youtube.com/watch?v=GEmB2eKvHyU

 

La scienza non fermerà certo le convinzioni della nostra eroina. Nella sua strenua battaglia, Pam si definisce un’anima evoluta e una guerriera, seppur adori mettere maiuscole a casaccio e un sacco di faccine. Ma che vogliamo saperne noi dell’evoluzione?

 

Se non vi fosse bastata la pagina Facebook, potreste andare a trovarla anche nell’account Twitter, dove rivela cose che non avremmo mai sospettato, tipo che è anche una seguace dello scalzismo, cioè dell’andare in giro a piedi nudi, alla faccia dei funghi.

In questo contesto, ella indulge in hashtag come #Fruttina e #Scalzina, giusto per farci andare definitivamente ai matti.

 

 

Proprio in queste ore, Pam dice di stare costruendo un sito in cui potrà divulgare il Salutismo, la Conoscenza e favorire il Risveglio di Coscienza. Il ruolo che possano ricoprire in questa missione le foto in cui si mostra generosamente, quello è un mistero che nemmeno noi, dopo questo dossier, siamo in grado di sciogliere.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione  completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >