Society
di Mattia Nesto 10 Aprile 2017

Le figurine Panini oggi non conoscono crisi

La tradizione va a braccetto con la tecnologia per riportarci ai tempi del celo manca aggiornati al 2017

Via http://static2.vivimilano.corriere.it  Via http://static2.vivimilano.corriere.it

 

Argomento scaccia-figa per eccellenza ed apparentemente relegato ad un certo feticismo per il tempo passato dei cinquanta-sessantenni dell’Internet, le figurine dei calciatori Panini, dopo qualche anno di declino, sono in realtà vivissime ed anzi, molto diffuse tra i giovanissimi. Infatti basta fare un breve giro su Youtube per accorgersi di come vi siano centinaia di migliaia di video di ragazzi anche molto ma molto giovani che si filmano mentre compiono il classico rito dello spacchettamento del pacchetto di figurine: alla faccia del pack-opening di Fifa.

 

Via http://www.vocidisport.it/  Via http://www.vocidisport.it/

 

Ma come è stato possibile una tale rinascita del fenomeno figurine? Beh gran parte del merito va alla Panini. Già perché l’azienda emiliana, a partire grosso modo dalla stagione calcistica 2013/2014, ha iniziato un profondo processo di rinnovamento, innanzi tutto partendo dalla grafica delle figurine e poi passando al marketing. Con campagne mirate e un merchandising piuttosto aggressivo, la Panini è riuscita a risalire la china e ora non è difficile, neppure fossimo negli anni Sessanta con Rita Pavone in sottofondo, notare classi intere che, all’uscita della scuola o all’intervallo, si scambiano allegramente figurine tenendo stretti i propri album sempre più rigonfi.

 

 

Nonostante quindi i tempi in cui si spalmava la Coccoina per attaccare la foto di Boninsegna sono passati da un pezzo e lasciando perdere il trito e ritrito mantra del “celomimanca“, oggi le figurine Panini sono un classico esempio di come l’analogico possa perfettamente convivere con una società sempre più tecnologica. E non perché ogni pacchetto sia tracciabile attraverso un’apposita app del telefono ma piuttosto perché è ancora bello possedere qualcosa, qualcosa di prezioso per certi aspetti, di unico, che si gonfia, si piega e si stropiccia con l’andare del tempo. Anche la decisione della Panini di riportare l’album alle “giganti” dimensioni originali è stata un’ottima idea.

 

Via http://gazzettadimodena.gelocal.it  Via http://gazzettadimodena.gelocal.it

 

In fondo il successo delle figurine è stato anche certificato dal fatto che il protagonista di uno dei video (e conseguentemente dei meme) più di successo dell’ultimo periodo, il famigerato Saluda Andonio, si sia filmato proprio mentre stava andando a comprare l’album dei calciatori Panini, in quel caso “della Champiò Lig”. Quindi a conti fatti, a parte l’effetto revival che comporta, le figurine sono ancora vive e lottano in mezzo a noi.

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >