Vguard su Amazon
Tech
di Giulia Montani 19 Novembre 2019

Perché dovremmo coprire la telecamera del nostro smartphone?

Chi c’è dietro la webcam dei nostri computer? Da Black Mirror alla vita reale, come sentirsi sicuri davanti a un pc

Poco tempo fa, abbiamo parlato di come i nostri smartphone ci spiano dalla telecamera interna, per vendere le nostre espressioni facciali. I protagonisti di questi processi sono app e grandi Corporation, dietro cui non c’è altro che un’intelligenza artificiale.
Ma cosa succede se dietro la webcam del nostro computer, c’è un hacker?

Smartphone

Tutto parte nel 2016 da Mark Zuckerberg che, in occasione del mezzo miliardo di utenti raggiunti su Instagram, ha postato una foto in cui appariva il suo laptop con la webcam coperta da un adesivo. A seguire, il direttore di quel periodo dell’FBI, James Comey, aveva parlato esplicitamente di come in ogni ufficio governativo americano ci fosse l’abitudine di tenere coperte le videocamere dei propri dispositivi, per evitare di essere esposti a violazioni non rilevabili.

More than 500 million people now use Instagram every month — and 300 million every day. The Instagram community has…

Pubblicato da Mark Zuckerberg su Martedì 21 giugno 2016

L’esplosione delle webcam nascoste in Italia, parte invece e soprattutto dal 3 episodio della 3 stagione di Black Mirror, “Shut up and drive“, legato al tema della privacy violata attraverso la telecamera tecnicamente spenta di un pc.
L’episodio racconta di un ragazzo inglese che viene ripreso di nascosto attraverso il suo computer per essere successivamente ricattato da degli hacker e costretto a compiere dei crimini come la rapina ad una banca.

Andando oltre l’ansia che l’episodio può far venire, una riflessione sull’argomento è da fare, soprattutto ora che in commercio ci sono appositi oggetti che tentano di proteggerci meglio di come può fare un nastro adesivo.

laptop  Axelle b

Forse alcuni avrebbero preferito non sapere niente, altri si sono fatti prendere dall’ossessione maniacale del nascondersi dal mondo, altri ancora semplicemente non ci pensano, ma quanto ha senso tutto ciò? E soprattutto, cosa è davvero utile al fine di vivere tranquilli sentendosi, però, “protetti”? O ancora, quanto vogliamo farci condizionare?

Come premessa, dovremmo considerare tutte le comodità che le tecnologie ci offrono: Maps ci permette di andare ovunque in cambio della nostra posizione aggiornata in tempo reale, lo sblocco rapido tramite impronta o riconoscimento facciale, ci porta a regalare i nostri dati più sensibili alle aziende di vario tipo, le fotocamere interne ci consentono di scattare selfie senza l’aiuto di persone esterne o bastoni ingombranti rilevando però le nostre espressioni quotidiane.
Ognuna di queste cose è un tacito assenso all’uso dei nostri dati da parte di altri, senza che sappiamo davvero chi sono questi altri.

Rinuncereste a tutto questo per proteggervi da un raro ed eventuale attacco hacker? Sicuramente meno in vista e quindi meno attaccabili rispetto, ad esempio, a persone influenti, rinunciare del tutto a ciò che ormai è abitudine, risulta forse un po’ eccessivo.
Senza andare in paranoia, in ogni caso, ci sono diversi metodi con cui proteggersi.

Webcam pc free use pixabay

Andando oltre il nastro adesivo, in commercio esistono fascette copri webcam, che permettono di nascondersi o rendersi visibile in base a ciò che si deve fare. Queste possono sicuramente essere una prima soluzione.
Non fosse abbastanza per sentirsi sicuri, si può anche procedere alla disattivazione manuale della webcam (dovendo però riattivarla prima di fare un video o una video chiamata).
Se ormai l’ansia si è impossessata di voi, potete anche usare dei programmi scaricabili sul pc, che si occuperanno di tutto al posto vostro.

Sparire totalmente da internet, al giorno d’oggi, è impossibile e svantaggioso sotto molti punti di vista compreso l’aspetto lavorativo, ma essere consapevoli dei pericoli che si corrono attraverso l’uso improprio o semplicemente con l’uso senza precauzioni dei propri device, può essere una soluzione più che soddisfacente per tentare di ridurre al minimo i rischi di eventuali attacchi esterni.

Voi in che categoria vi riconoscete? Siete corsi a cercare soluzioni appena letto il titolo o siete riusciti ad arrivare alla fine dell’articolo? In caso vi sia rimasto un piccolo dubbio sulla sicurezza dei vostri pc, di seguito le fascette copri webcam, come primo passo per sentirvi più protetti.

Copri webcam Amazon

Compra | su Amazon

TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >