TV e Cinema
di Simone Stefanini 1 Dicembre 2015

10 segnali che sei totalmente dipendente dalle serie tv

Se ti riconosci in 5 di questi punti, sei totalmente dipendente dalle serie tv. Come noi.

friends tvjunkiesunite - Friends

 

Si guardano dappertutto, su smartphone, su tablet, su pc. Certo, anche in tv, ma sempre più di rado. Impossibile quantificare precisamente i milioni di persone che giornalmente seguono una o più serie tv, perché i dati delle tv via cavo o dei network non terrebbero conto della mole di persone che scarica i contenuti o li guarda in streaming. Però siamo tantissimi, è il first world virus che si è diffuso più in fretta e in modo trasversale. Prende tutti, dagli amanti della commedia leggera a quelli dell’horror estremo.

Facciamo un test: se ti riconosci in più di 5 punti, sei un dipendente delle serie tv e un giorno ci ritroveremo insieme in rehab.

 

1) Scandisci il tempo non in ore ma in durata degli episodi

tumblr_mouwjvC7Gw1so3qm5o1_500 tumblr - Lost

Quanto manca alla cena? 2 ore? No, mancano 2 episodi e un quarto da 42 minuti oppure 4 episodi e mezzo di una sit-com da 20 minuti e rotti. Il tutto se togliamo la sigla iniziale e quella finale. Fortunatamente Netflix e Amazon Video sono nostri alleati e quando facciamo le maratone la tolgono di default. Altrimenti siamo diventati campioni di avanzamento veloce. Presto, presto.

 

2) Conosci tutti i nickname dei traduttori di Italian Subs

Schermata 2015-12-01 alle 11.10.24 italian subs - Leftovers

Ah guarda, questa puntata l’han tradotta Eggy02, Fortas e Jack2627, meno male perché l’altra volta MadameBlack si era presa delle libertà che non mi sono piaciute. Chissà perché TheDude in revisione non l’ha corretta. E perché non hanno ancora tradotto l’ultimo episodio di Leftovers? Cosa aspettano, quei lavativi?

 

3) Hai più paura della parola Spoiler che della parola Isis

giphy-1 Giphy - True Detective

“Incredibile l’episodio di ieri.” Bene, solo questa frase può far finire le amicizie che durano da anni. Se poi addirittura il delatore si fa sfuggire una qualunque allusione ai fatti dell’episodio, si parla di vendette trasversali degne del Padrino. Ci sono stati dei momenti nel corso della storia recente, tipo il Red Wedding di Game of Thrones, il finale di Lost e quello di Breaking Bad in cui il fuso orario ha fatto più vittime della peste. Colpa di internet, ai tempi della rivelazione sull’assassino di Twin Peaks eravamo tutti più rilassati.

 

4) Giudichi le persone dalle loro serie tv preferite

Whaaat  How I Met Your Mother

Chiaro. Come dici, sei impazzito per Zero Hour e Stitchers? Hai amato il finale di How I Met Your Mother e non hai perso una puntata di Olympus?Impazzisci per Bates Motel ma pensi che Game of Thrones non faccia per te perché non ti piace il fantasy? Dai, facciamo che non ci parliamo più.

 

5) Quando cambiano l’attore di una serie, ti vengono i sintomi della labirintite

giphy giphy - Big Bang Theory

Tipo quando è cambiato l’attore che faceva Daario, il toy boy di Daenerys in Game of Thrones abbiamo avuto le vertigini e per un giorno la vita non ha avuto senso. E non era nemmeno un protagonista. Non vogliamo sapere cosa sia successo a quelle povere signore che da anni guardavano Beautiful, quando hanno cambiato l’attore che interpreta Ridge. Roba da rimanerci sotto come i ventenni con le droghe chimiche.

 

6) Hai imparato l’inglese più che in 15 anni di scuola

brandon-brenda youtube - Beverly Hills 90210

Una proposta per Renzi: non libri di testo ma maratone di serie tv eng sub ita e in 5 anni saremo gli studenti più anglofoni d’Europa. Garantito. Ci sono state delle situazioni estreme in cui per finire Les Revenants in francese o Bron (The Bridge) in svedese e danese, ci siamo affidati ai sottotitoli in inglese, creando un labirinto linguistico totale, dal quale siamo usciti indenni.

 

7) Ti innamori sempre di un personaggio

tumblr_mr4mswW7961sd35juo1_500 tumblr - Breaking Bad

Sempre, altrimenti non ha senso guardare la serie tv. Ma non si parla di semplice attrazione fisico-sessuale, perché Walter White in Breaking Bad diventa un idolo per TUTTI. Qui si va sull’immedesimazione, il transfert. Quando poi muoiono (succede), una parte di te se ne va con lui per sempre, non si rigenera. Poi vabbè, se devi esplorare anche il lato erotico, HBO e vai tranquillo. Ma qui si parla di amore, puro e incondizionato, che ogni settimana si rinnova fino alla pausa estiva.

 

8) Sono anni che non guardi un film

giphy-35 giphy - Daria

“Film? Non ho tempo. Poi non ce la faccio a stare 2 ore a guardare la stesa cosa, dopo un po’ ho un calo d’attenzione.” Ok e intanto ti fai le maratone da 56 ore consecutive per recuperare una serie tv che tutti dicono essere bellissima e che te hai malauguratamente ignorato. “Ma son due cose diverse”. Non sappiamo cosa rispondere, perché hai ragione te.

 

9) L’ultimo weekend che hai passato fuori era quello dello sciopero degli sceneggiatori

tumblr_inline_mu2o01maib1rao0jp tumblr - New Girl

Gli amici del bar non ti vedono dai weekend del 2007 e del 2008, in cui sei stato obbligato a uscire di casa a causa dello sciagurato sciopero degli sceneggiatori americani, che si è ripercosso sull’andamento delle serie tv USA, che hanno avuto rallentamenti e cancellazioni delle puntate. Quindi, per te, al governo c’è sempre Prodi, i Killers sono un nuovo gruppo di indie rock e Giusy Ferreri una promessa della musica italiana. Poi niente, passato lo sciopero, dimenticato il mondo esterno.

 

10) Quando cancellano una serie che ti piace, una parte di te muore

1407444283-dawson-crying cos - Dawson’s Creek

Praticamente, una morte in famiglia. Una roba che devi passare attraverso i 5 stadi dell’elaborazione del lutto per riuscire a superarla. C’è chi ha sofferto per Utopia, e chi, ma molti meno, per Wayward Pines. Poi leggi da qualche parte che American Horror Story è stata rinnovata per una nuova stagione e ti domandi “Perché non hai preso lei, perchééé?”. Allora le provi tutte, petizioni, accensione di ceri in chiesa, sit in, flash mob, ma nulla serve veramente e capisci che nella vita tutto è appeso a un filo e che avresti dovuto volere più bene alla tua serie tv preferita quando c’era, invece di rimpiangerla ora.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
50,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >