TV e Cinema
di Marco Villa 20 Ottobre 2016

Abbiamo visto in anteprima la terza stagione di Black Mirror ed è una bomba

Dal 21 ottobre su Netflix, Black Mirror non vi deluderà

black-mirror-netflix  Bryce Dallas Howard nell’episodio “Nosedive”, Foto di David Dettmann

 

Prendere un aspetto della nostra vita caratterizzato dalla tecnologia, esasperarlo in ogni modo, fino a trasformarlo in ossessione o presenza opprimente in un futuro prossimo. Questo, a grandi linee, il percorso compiuto da gran parte delle puntate di Black Mirror, la serie tv creata da Charlie Brooker nel 2011 per la tv inglese Channel 4. Dopo due stagioni e uno speciale, per un totale di 7 episodi autoconclusivi, Black Mirror è passata su Netflix, dove il 21 ottobre verrà diffusa la terza stagione.

Sette episodi possono sembrare pochi, ma sono bastati a rendere Black Mirror un punto di riferimento per la fantascienza in tv e soprattutto un esempio clamoroso di lettura e comprensione del presente. Non solo: come i veri capolavori, Black Mirror è riuscita persino a predire il futuro in almeno due casi.

black-mirror-nuove-puntate  Mackenzie Davis nell’episodio “San Junipero”, Foto di David Dettmann

 

Dopo due anni di attesa, Black Mirror torna con sei episodi su Netflix, prima parte di un ordine complessivo di 12 puntate che si concluderà nel 2017. Abbiamo visto la terza stagione di Black Mirror in anteprima e possiamo tranquillamente dire che è sempre una bomba. Assoluta.

La capacità di Charlie Brooker di scavare dentro la testa dei suoi contemporanei si mantiene immutata, mostrando come un uso distorto della tecnologia possa far emergere in modi sempre nuovi paranoie, disturbi e paure che da sempre abitano la mente umana.

 

Il narcisismo e il bisogno di conferme dalle altre persone è al centro del primo episodio Nosedive, con una fantastica Bryce Dallas Howard. Siamo come sempre in un futuro parallelo, ma molto vicino al nostro presente, in cui le persone subiscono un continuo giudizio da zero a cinque stelle da parte di tutti quelli che incontrano nel corso della giornata: una situazione non lontana da come sarebbe diventato il mondo se avesse avuto successo l’app Peeple, quella che avrebbe dovuto permettere di recensire le persone.

Gli episodi successivi si concentrano su altri punti fondamentali nell’incrocio tra esperienza quotidiana e tecnologia: Playtest porta oltre ogni limite il concetto di videogioco e realtà virtuale, Shut up and dance si occupa di potenziali pericoli online. Restiamo volutamente vaghi sulle trame perché uno dei punti di forza di Black Mirror è sorprendere ogni volta lo spettatore con ambientazioni e setting differenti: inizialmente ciascun episodio sembra svolgersi nello stesso mondo, ma a poco a poco si capisce che piccoli cambiamenti – di solito dovuti a svolte tecnologiche – hanno reso quel mondo radicalmente diverso da tutti quelli raccontati in precedenza.

La terza stagione di Black Mirror conferma tutto questo, con l’aggiunta dello spostamento di alcune puntate dall’Inghilterra agli Stati Uniti, per allargare ulteriormente il proprio universo. L’abbiamo detto, lo ripetiamo: Black Mirror è sempre una bomba.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >