TV e Cinema
di Simone Stefanini 29 Ottobre 2018

Come guardare un film horror senza avere paura

Paura eh? Ecco il tutorial definitivo per guardare i film horror senza morire d’infarto ogni volta

Amici, ci troviamo nei pressi di Halloween e vuoi non vuoi, prima o poi vi verrà chiesto di guardare un film horror per festeggiare la notte più terrificante dell’anno. Già vedo alcuni di voi esultare di fronte a tale evenienza, tronfi del fatto che siete professionisti di maratone con mostri, vampiri, fantasmi, assassini particolarmente efferati e altre personcine a modo. Il classico jump scare, cioè quel momento in cui l’orrore appare all’improvviso facendo sobbalzare chiunque, a voi non scalfisce l’abituale poker face, né siete soggetti ad ansie atroci durante e dopo il film, che vi portano a buttare un occhio sotto le tende per sincerarvi che non spuntino due piedi sconosciuti. Dormite come ceppi anche dopo aver visto il più disturbante degli horror: nessuna apparizione dietro di voi quando vi guardate allo specchio dl bagno, nessuna mano tesa sotto il letto pronta per portarvi negl’inferi, nessun partner che si trasforma in essere senza vita pronto a cibarsi di voi durante la notte, nessun corridoio buio verosimilmente pieno di spettri vendicativi, niente. Beati, ma questo articolo non è per voi.

 

 

Questo pezzo è dedicato tutti gli altri, quelli che dopo aver visto Pennywise di IT hanno cagato mattoni per una settimana, quelli che hanno preso le anfetamine per non dormire dopo il primo Nightmare, che hanno sognato Zelda di Pet Sematary o hanno visto Bob di Twin Peaks ai piedi del letto, quelli che hanno iniziato Hill House su Netflix e dopo 10 minuti del primo episodio hanno messo la maratona dei Classici Disney per non essere divorati dall’angoscia. A quelli tipo me, dai.

Lo ammetto: sono un grande fan dell’horror, ma devo vederlo a modo mio. Se sono con qualcuno, nessun problema. Fingo una forza d’animo che neanche Messner mentre attaccava l’Everest. Arrivo addirittura all’antipatica pratica di farmi beffe dei pavidi, simulando la sicurezza con cui Fabrizio Corona cantava Viva la libertà in bicicletta prima di lasciare parte della dentizione sul selciato. Poi torno a casa e, nell’intimità del focolare domestico, mi caco addosso. Nel corso della mia esistenza allergica all’imperturbabilità, ho sperimentato un sacco di strategie per evitare l’ictus mentre mi bèo della visione dei miei amati horror. Ve ne elenco alcune, che possano aiutarvi nel cammino.

Evitate la televisione grande

Stolti, fuggite dal salotto! La televisione da 50 pollici non ammette distrazioni, prende tutta la visuale e rischia di farvi venire un attacco di cuore. Preferitele lo schermo piccolo del computer, che nelle scene più truci o ansiogene potete rimpicciolire per seguire un attimo lo stream di Instagram, non sia mai che perdiate qualcosa di rilevante mentre vi ripigliate.

 

Neutralizzate telefono e animali domestici

Lo smartphone va messo su silenzioso, onde evitare che suoni nel mezzo di una scena di puro terrore e vi renda deboli di mente dallo spavento. Se avete adottato cani e gatti, date loro da mangiare prima della visione del film e riempiteli di giochi, così non verranno a reclamarvi saltandovi addosso quando meno ve lo aspettate, con conseguente perdita di conoscenza e codice rosso al pronto soccorso.

 

Accendete tutte le luci

Sticazzi della bolletta, la casa deve essere illuminata come una finale mondiale al Maracanà. Non deve esistere la minima ombra, si deve vedere tutto perfettamente, che magari poi invece degli spiriti maligni vi rendete conto che sono due mesi che non pulite casa e vi vergognate pure.

 

Abbassate il volume

Avete fatto caso che spesso la musica fa più paura delle immagini? Senza lo ZAN ZAN fortissimo che udite quando lo zombie si palesa all’improvviso facendovi diventare fan dei pannoloni per le piccole perdite, lo stesso morto vivente farebbe sensibilmente meno terrore, dunque nelle sequenze in cui vi aspettate lo scossone, abbassate o togliete il volume, preferendogli i sottotitoli per non perdervi la trama.

 

Guardatelo a doppia velocità

Intanto immaginate la scena: siete in una stanza illuminatissima, state guardando su uno schermo di un pollice e mezzo un film senza volume coi sottotitoli, mentre accanto a voi ci sono uno smartphone distrutto e alcuni animali imbavagliati. Beh, siete proprio un bel vedere e in ogni caso avete comunque paura. Dai, fate un respirone e mettetelo a doppia velocità, così capite un buon 45% del film per le conversazioni gradasse in società e nel contempo l’agonia dura meno.

 

Prima di andare al cinema, imparate a memoria il film

Ora, finché fate schifo a casa vostra è un conto, ma non è che potete andare al cinema coi vostri amici o con le vostre mire espansionistiche a livello sessuale e fare figure di merda già sui titoli. C’è un solo modo: trovate il maledetto film e guardatelo un milione di volte, finché non lo conoscete a memoria. Eventualmente, ricorrete alla tecnologia mettendo degli avvertimenti tramite vibrazione del cellulare un minuto prima di tutte le scene compromettenti, così da cercare con lo sguardo l’illuminazione zen che non vi renderà timorosi di fronte all’abisso, bensì coraggiosi condottieri che potrebbero tornare utili in caso di casa infestata. È una menzogna e voi lo sapete, ma anche stavolta avrete salvato le apparenze e ve ne inorgoglirete durante tutte quelle notti insonni che passerete dopo aver portato a termine questa inutile prova di coraggio.

 

Alla prossima.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >