David Lynch ha dichiarato che non farà mai più film per il cinema

Sembra che il regista che più di tutti ha fatto diventare pop la sperimentazione, abbia deciso di lasciare il mondo del cinema per sempre

 arezzoweb.it

 

Mancano due settimane al nuovo Twin Peaks, il revival diretto da David Lynch avvolto nel mistero più fitto, il cui pilot verrà mostrato tra pochi giorni al Festival di Cannes e proprio a ridosso di questa occasione istituzionale, il regista ha spiazzato i suoi ammiratori in tutto il mondo, dichiarando che non vuole più girare film per il cinema.

Ai microfoni del Sydney Morning Herald, David Lynch ha risposto di sì (anche se dopo una piccola pausa di riflessione) alla domanda se si sentisse di avere già girato il suo ultimo film.

“Le cose sono cambiate tantissimo. Molti film non funzionano al box-office anche se sono grandi film, e le cose che vanno bene non sono quelle che voglio fare io.” ha risposto sull’argomento, mentre quando gli hanno domandato del ritorno misterioso di Twin Peaks ha così chiosato:  “Ormai la gente vuole sapere tutto… finché riesce a sapere davvero tutto su un’opera, e a quel punto non ci tiene più veramente. Io non voglio sapere nulla prima di vedere qualcosa. Voglio che la mia esperienza sia completamente pura, voglio catapultarmi in quel mondo e vedere cosa succede.”

 

 

Sembra quindi che il regista che più di tutti negli ultimi 30 anni è riuscito a rendere popolare la sperimentazione cinematografica, di cui ha rivoluzionato linguaggio e astrazioni facendole entrare persino nelle case del pubblico attraverso la tv, abbia deciso di andare in pensione, almeno per quanto riguarda il lavoro sul grande schermo.

 

David Lynch dirige Twin Peaks entertainmente - David Lynch dirige Twin Peaks

 

Il suo ultimo film rimarrà INLAND EMPIRE del 2006, uno dei suoi progetti più ambiziosi e criptici, girato in digitale, con Laura Dern in grande spolvero e una trama non lineare che ne accentua tutti gli esperimenti di linguaggio e di montaggio, e ce ne sono davvero tanti. Non uno dei suoi film più riusciti, va detto, tanto che nella nostra classifica dei suoi film più belli lo abbiamo messo al nono posto. Tre ore di non-sense visivo che non stentiamo a capire perché non abbia avuto un grande successo, come invece il precedente, bellissimo Mulholland Drive (2001), che ha vinto il Festival di Cannes per la miglior regia, per il quale ha avuto anche problemi di fondi e sovvenzioni negli Stati Uniti ed è stato co-prodotto in Francia.

 

David Lynch dirige Naomi Watts in Mulholland Drive fanpop - David Lynch dirige Naomi Watts in Mulholland Drive

 

Di sicuro, il regista 71enne, tra il ritorno di Twin Peaks, la pittura (il suo primo amore) e la Fondazione David Lynch per la meditazione trascendentale, ne avrà di progetti di cui occuparsi, senza rimpiangere il cinema, che gli ha dato tanto e a cui ha dato forse addirittura di più. Ci mancherà.

 

David Lynch dirige Isabella Rossellini in Velluto Blu fanpop - David Lynch dirige Isabella Rossellini in Velluto Blu

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >