TV e Cinema
di Simone Stefanini 26 Febbraio 2016

Da 22/11/63 a La Torre Nera: arrivano film e serie tv tratti da Stephen King

Ci saranno un bel po’ di nuovi adattamenti kinghiani, per il cinema e la tv

frango via - Una scena di 22/11/63

 

Stephen King è uno scrittore che non passa mai di moda. I suoi libri sono stati trasposti in decine di adattamenti cinematografici e televisivi e lui va dritto per la sua strada, scrivendone anche due romanzi l’anno. L’ultimo è Chi perde paga del 2015, il secondo della trilogia di Mr. Mercedes.

Pensate un attimo a quanti film spettacolari non sarebbero esistiti senza le storie di King. Si va da Shining di Stanley Kubrick a Stand By Me, passando per Le ali della libertà, Il miglio verde e Carrie di Brian De Palma. Anche le serie tv hanno beneficiato della sua macabra fantasia: Under the Dome, The Dead Zone, Haven e film tv come It,  il cui ricordo del clown assassino Pennywise ci ha perseguitato tutti questi anni. Quelli citati sono veramente una percentuale infinitesimale del vastissimo universo visivo di King.

Da due settimane è iniziata una serie tv molto attesa, tratta dal suo bestseller 22/11/63 (2011), che sbarcherà su Fox il prossimo aprile. Partiamo da quella per vedere come stanno procedendo i nuovi adattamenti ai suoi romanzi più famosi.

 

22/11/63 ad aprile su Fox

https://www.youtube.com/watch?v=NXUx__qQGew

Miniserie di 8 episodi (è già uscito il secondo negli USA) in esclusiva su Hulu, prodotta dallo stesso King e da J.J. Abrams, con James Franco come protagonista. Basterebbero questi pochi dettagli per fare di questa serie uno degli eventi dell’anno. La data magari a noi sfugge, ma ogni buon americano ricorda che si tratta del giorno dell’omicidio di John Fitzgerald Kennedy. Jake Epping (Franco) è un professore che, attraverso un varco spazio-temporale, viene inviato negli anni 60 per sventare l’assassinio di Kennedy. Detta così sembra quasi una cagata e invece è super ansiogeno e pieno di citazioni dall’universo kinghiano (tipo Christine, la macchina infernale). Per quelli che amano la spy story, il realismo magico e quel tocco di horror che non guasta mai.

 

Il remake di The Mist

stephen-king-s-the-mist-in-development-for-tv-series-646761 via

La tv via cavo Spike ha annunciato che la sua prima serie tv sarà proprio The Mist, la nebbia assassina che cela mostri sovrumani, tratta dal racconto La nebbia, contenuto nella raccolta Scheletri (1985). La trama in breve: in una cittadina del Maine arriva una tempesta folle, che intrappolerà un sacco di gente in un supermarket, il quale a sua volta verrà coperto da una fitta coltre di nebbia, al cui interno… avete già capito dalla gif qui sopra. Se pensate di aver già visto un film così, avete ragione. È successo nel 2007 per la regia di Frank Darabont.

 

Il nuovo It sarà un film in due parti per il cinema

it-curry via

It ce lo ricordiamo tutti, fa parte del nostro immaginario e incarna tutte le nostre paure più angoscianti. Un film tv in due parti che andò in onda nel 1990 e che, tolta l’impressionante performance di Tim Curry nei panni di Pennywise, sarebbe anche stato un mezzo fallimento. Da anni si continua a parlare del film per il cinema, la riedizione per adulti del capolavoro di King del 1986. Il regista sarebbe dovuto essere Cary Fukunaga (True Detective) ma ha abbandonato il progetto e gli è subentrato  Andrés Muschietti (La madre). Dalle indiscrezioni, sembra possa essere un film in due parti. Al momento la sceneggiatura è alla fase finale e si dice che sarà girato entro l’anno in corso. Pennywise sarà Will Poulter, un ragazzo con una faccia davvero inquietante.

 

L’ombra dello scorpione avrà finalmente il suo film

giphy-4 via

La lotta tra il bene e il male nel romanzo The Stand, tradotto L’ombra dello scorpione (1978) è una delle più epiche mai scritte da King. Un’epidemia decima la popolazione e i due opposti si daranno battaglia fino alla fine.  È già stata una miniserie televisiva nel 1994, ma non è stata granché e da anni i fan aspettano una trasposizione che renda merito a questa storia epica. La realizzerà il regista Josh Boone, che anche se è conosciuto per Colpa delle stelle, sembra essere un grande fan del maestro dell’orrore. Ne verrà fuori un film di tre ore. L’interprete principale, visti i numerosi rumors in rete, potrebbe essere Matthew McConaughey, già sinonimo di successo. Non sappiamo ancora la data esatta di realizzazione, ma attendiamo con trepidazione.

 

La torre nera diventerà una saga cinematografica

1433322099_the-dark-tower-14505 via

Riassumere la trama degli 8 libri della saga fantasy/western/horror La torre nera in quattro parole non è proprio semplice. Una storia che mischia epoche diverse e personaggi provenienti da mondi differenti, che percorrono un viaggio comune alla ricerca della torre di cui sopra. Sembra ne verrà fatto un franchise per il cinema, il cui primo film vedrà la regia di Nikolaj Arcel. Tratterà il primo libro della saga, L’ultimo cavaliere, il cui protagonista è un cowboy molto simile al giovane Clint Eastwood. Sarà prodotta da Ron Howard e vedrà la luce (forse) nel 2017.

 

Insomma, un bel po’ di carne al fuoco per i fan di King nei prossimi anni. Speriamo solo che nessuno dei film qui sopra sia insulso e inutile come il remake di Carrie del 2013, del quale se ne faceva anche a meno. Per noi, esiste una sola Carrie ed è Sissy Spacek.

1fe559868172f0a3_Carrie via

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >