Le serie tv belle dovrebbero fermarsi a una sola stagione

A volte la storia è già finita, eppure la serie tv è talmente piaciuta al pubblico che il network mette in produzione un’altra stagione

 

La fame di storie è tanta, i network la valutano a seconda dei numeri che le serie tv riescono a fare: se superano la prima stagione significa che sono state apprezzate dal pubblico. Quando i vari Netflix, HBO, Hulu e compagnia ufficializzano la nuova stagione della nostra serie tv preferita facciamo i salti di gioia, condividiamo la news, il trailer, ci segniamo la data, viviamo con impazienza ogni ora che ci separa dalla rimpatriata coi nostri personaggi del cuore per poi arrivare al giorno X e avere due possibilità: conferma o delusione.

Le serie tv belle dovrebbero fermarsi a una sola stagione. È una provocazione, lo sappiamo, ci sono molti esempi di serie tv che si sono protratte per anni con un livello qualitativo alto, ma di solito sono quelle tratte da un’opera letteraria finita oppure che hanno conservato gli stessi showrunner per tutte le stagioni. In ultima analisi, molte di quelle che seguiamo hanno già esaurito l’arco narrativo  e allungano il brodo per 10 ulteriori episodi, solo per assecondare la grande richiesta dei fan.

 

 

 

Pensate a Thirteen Reasons Why (13) che finisce con la risoluzione del mistero, a Westworld che culmina con la rivolta delle macchine, a Big Little Lies che termina con la scoperta del criminale. Serie che hanno funzionato e che avrebbero potuto chiudere la loro narrazione, invece di continuare la storia con possibili spiegoni e appiattimento dei personaggi, rischiando di vanificare ciò che di buono hanno dato. Certo, sono illazioni, ma converrete con noi che difficilmente potranno ripetere lo stupore della prima volta e la seconda stagione di Stranger Things ne è l’esempio.

Se il romanzo che si vuole adattare a serie tv funziona per una o due stagioni, non importa centellinare i fatti importanti per diluirlo in quattro o cinque anni. L’ispirazione spesso è momentanea e di anno in anno può svanire, così come l’interesse del pubblico per una storia particolare, col rischio di aver ormai iniziato un racconto e di non vederlo finito o peggio, di sciupare il racconto originario. Dietro la produzione di una serie tv dovrebbe già essere preventivato il momento esatto in cui la storia finirà, senza se e senza ma. Meglio rimanere con la fame che uscire con l’indigestione, non credete?

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >