Flavio Bucci in "La proprietà non è più un furto"
TV e Cinema
di Simone Stefanini 18 Febbraio 2020

Morto Flavio Bucci, l’attore che viveva come una rockstar

È morto l’attore famoso per aver interpretato il pittore naif Antonio Ligabue nel famoso sceneggiato Rai

È morto nella sua casa a Passoscuro, a causa di un infarto, l’attore Flavio Bucci. 72 anni, una serie di personaggi indimenticabili e una vita che sembra quella di una rockstar. In una famosa intervista nel 2018, ammetteva: “La vita è una somma di errori, ho speso tutto in vodka e cocaina, solo di polvere avrò bruciato 7 miliardi, mi sparavo 5 grammi al giorno”, e ancora “E le donne, anche se per loro non così tanto, me la davano gratis. Io non mi pento di niente, ho amato, ho riso, ho vissuto. Mi chiedono spesso se l’alcol mi ha distrutto… ubriacarsi è bellissimo, al di là dei discorsi di morale, che io non ho. E poi cos’è che fa bene? Lavorare dalla mattina alla sera per arricchire qualcun altro?“.

Uno stile di vita che l’ha portato a ridursi in povertà e ad abitare in una casa famiglia. Prima del conto, Flavio Bucci è stato uno degli attori più bravi del nostro Paese, con delle performance da brividi: protagonista de La proprietà non è più un furto di Elio Petri del 1973, indimenticabile interprete del pittore Antonio Ligabue nello sceneggiato televisivo di Salvatore Nocita del 1977, Daniel il pianista cieco in Suspiria di Dario Argento del 1977, Don Bastiano ne Il Marchese del Grillo di Mario Monicelli (1981), fino ad arrivare al personaggio di Franco Evangelisti, uomo di fiducia di Giulio Andreotti nel film Il divo di Paolo Sorrentino (2008). Il suo ultimo film è La cornice di Nour Aya (2018).

Grande attore anche in teatro, Bucci ha interpretato tra le altre Opinioni di un clown di Heinrich Böll; Le memorie di un pazzo; Uno, nessuno e centomila; Il fu Mattia Pascal Chi ha paura di Virginia Woolf? e Riccardo III. Ha doppiato anche John Travolta ne La febbre del sabato sera e Grease.

Flavio Bucci in Ligabue wikimedia - Flavio Bucci in Ligabue

Una vita dedicata alla passione e al vizio, che non riteneva affatto dispregiativo. “Io sono come sono”, concludeva la famosa intervista, Non mi voglio assolvere da solo e non voglio nemmeno andare in Paradiso“.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione  completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >