Abbiamo guardato la parodia porno dei Pokemon e ci ha fatto tanta paura

Un mediometraggio che lascia misto di delusione ed inquietudine.

Niente dai, prima o poi doveva succedere. La settimana scorsa un po’ di webzine straniere parlavano di questo film, con foto per nulla incoraggianti. Che fare dunque? Ci siamo informati e abbiamo notato che lo si poteva visionare nella sua interezza a buffo, dunque ci siamo prestati alla visione.

Strokemon Pokemon Parody 3

Si chiama Strokemon ed è un mediometraggio di quasi mezz’ora in cui un manipolo di disadattati vestiti da scemi fa giochi di parole di quelli che v’immaginate, seguiti da alcune sporcizie. L’inizio è di quelli epici: c’è un Pokemon che sembra un verme coi denti, il cui potere è quello di “suck you dry” e capite da voi il male che può fare. Allora il tipo col cappellino gli lancia il Dickachu (che sarebbe una sapida crasi tra Pickachu e la parola cazzo) ed ingaggia la battaglia.

Strokemon Pokemon Parody 5

Dickachu fa paura. È una donna sommariamente truccata con una maschera che ricorda i video d’arte di Matthew Barney, parla con voce gutturale post tracheotomia e dice solo “Dicka”o “Dickachu”, inquietando assai. Si scopre che l’ibrida ha anche un pene segreto, che usa per irrorare i nemici, tra cui una donna gatto con le tette più finte di quando i tuoi amici ti dicono che sei dimagrito. Al minuto 6.22 avviene la prima 3some tra la rossa, lo scemo e il mostro giallo. Una copula ad uso e consumo degli otaku, durante la quale scopriamo nostro malgrado che la rossa è rossa ovunque e che il mostro è in realtà donna a tutti gli effetti. Proferisce anche nuove parole tra cui “Ah ahhhh ah aaaaaaaah”. Un amplesso infinito, piuttosto noioso, in cui i tre provano tutti gli incastri umanamente possibili e che niente aggiunge né toglie a tutti i porno che siamo sicuri avrete visionato nell’intimità della vostra solitudine. Il ragazzone ci dà talmente dentro che viene da chiedersi se gli abbiano incollato quella stupida parrucca che sembra una scopa al cranio.

Strokemon Pokemon Parody 1

Alla fine ce la fa. L’esito è di quelli che ci si aspettano ma imprevedibilmente, dopo aver fatto i suoi comodi, egli non le porta neanche a cena fuori. Un gran cafone.

Strokemon Pokemon Parody 4

Non siamo ancora entrati nel vivo ed è già sigla finale. La prima orgia era in realtà l’unica, lasciandoci molto delusi e un po’ col fiato sospeso su cos’avrebbero potuto combinare l’asiatico ciccione e la donna gatto, purtroppo non coinvolti nella situazione. Oltre ad essere infastiditi dalla rapidità del film, siamo anche colmi d’inquietudine poiché gli occhi di Dickachu sono in realtà gli occhi della morte. Evinciamo dai titoli di coda che la ragazza celata dalle informi vesta gialle è in realtà Rizzo Ford, una pornostar piuttosto seguita tra le persone che non hanno mai avuto l’incomodo di doversi relazionare con l’altrui sesso nella vita vera.

Strokemon Pokemon Parody 6

Dunque, questo è quanto. Purtroppo, non appena chiudiamo gli occhi, sentiamo quella voce e vediamo di nuovo quello sguardo, quindi faticheremo a prendere sonno stanotte. Giusto per questo motivo non vi diamo il link nel quale potreste guardare nell’interezza il filmato, poiché vi vogliamo bene. Sapendovi però curiosi, potete visionare il gustoso trailer qui sotto, che vi promettiamo, a conti fatti, essere più bello del film, che siamo sicuri non mancherà d’eccitare quelli che si salvano sull’hard disk le foto delle cosplayer al Lucca Comics. Che è, al netto della visione, la cosa che inquieta di più.

E questo è il trailer della porno-parodia

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >