TV e Cinema
di Simone Stefanini 22 Settembre 2017

10 serie tv che sarebbero più belle se fossero horror

Senza dubbio, alcune serie tv guadagnerebbero molti punti se inserissero alcuni elementi horror nella trama

 

È di questi giorni la notizia che del possibile reboot di Sabrina, Vita da Strega, che potrebbe debuttare nella stagione 2018/2019 sul network The CW. Dalle prime voci, sembra che il nuovo corso di Sabrina passi dall’innocuo teen drama ai toni più horror, per esplorare il lato oscuro della stregoneria. Praticamente, un’operazione revival per addentrarsi nei toni del fumetto Chilling Adventures of Sabrina, edito per Archie Comics dal 2014 e che vede la strega originariamente interpretata da Melissa Joan Hart, come personaggio principale di una storia ambientata negli anni ’60, tra magia nera e figli del demonio, in pieno stile Rosemary’s Baby.

Un cambio di prospettiva piuttosto drastico, che ha ispirato una riflessione semi seria:  inserendo degli elementi horror, come sarebbero le serie tv più famose? Quelle bruttine, di sicuro migliorerebbero con un po’ di terrore, qualche zombie, due o tre morti violente e secchiate di sangue. Le altre che hanno già elementi horror nella trama dovrebbero finire male, giusto per cambiare un po’ le carte in tavola e fare il gioco che ha reso Game of Thrones famoso durante le prime stagioni.

Così:

 

1) Game of Thrones

L’ottava e ultima stagione inizia con gli Estranei che entrano a Westeros. Mentre siamo presi dalla sorprendente storia d’amore tra Jon Snow e sua zia Dany Targaryen, gli zombie di ghiaccio uccidono tutti. Fine della saga.

 

2) Dawson’s Creek

In un episodio della serie, gli intellettuali di Capeside si perdono in una foresta, ricordate? Qualche inquadratura à la Blair Witch Project, una casa che sembra stregata ma poi non succede nulla. La mattina dopo si ritrovano lì, a vivere lo stesso giorno finché uno di loro non scoperà, il che non avverrà mai.

 

3) How I Met You Mother

Il giusto finale di serie avrebbe dovuto mostrare la verità: la madre dei ragazzi di Todd è Rosemary, conosciuta durante una Messa Nera, che ha partorito due anticristo che dovranno sbranarsi tra di loro per decretare il vero nemico dell’umanità. Le-ggen-dario!

 

4) Settimo Cielo

Il prete e sua moglie sono così preoccupati che i loro figli possano fumare marijuana, da spingerli a comprarla al mercato nero. La droga è tagliata con dei veleni che rendono i ragazzi zombie. I figli del prete mangiano i cervelli di tutta Glen Oak, creando una comunità di morti viventi molto fedeli.

 

5) I Robinson

Il capofamiglia, noto ginecologo, droga le sue pazienti per fare sesso con loro e… oh merda.

 

6) Braccialetti Rossi

La serie tutta risate sui bambini terminali in ospedale, acquisisce nuova linfa quando il piccolo Davide, morto d’infarto, torna come fantasma per spaventare a morte gli ex compagni, rei di non essere riusciti a salvarlo in quella notte di luna piena.

 

7) Una Mamma Per Amica 

Lorelai e Rory, madre e figlia, amiche per la pelle a Stars Hollow, luogo in cui gestiscono un hotel in cui spariscono persone, che poi vengono macellate e finiscono nel sugo troppo buono di Sookie, la cuoca. I clienti fanno la fila da tutti gli Stati Uniti per mangiare quella prelibatezza, fatta con arti, cervella e organi interni umani.

 

8) 1992

Al logopedista di Tea Falco scoppia la testa durante una seduta. Intanto Antonio Di Pietro diventa un serial killer che di notte uccide noti politici e taglia loro le mani, per poi intingerle in un barile di candeggina e renderle davvero pulite. Da un’idea di Stefano Accorsi.

 

9) Master of None

Aziz Ansari va in Italia ma anziché approdare in un ridente paesino in cui imparare a fare la pasta e girare in Vespa con la ragazza del cuore, si perde nella campagna toscana e incontra Pacciani, Vanni e Lotti, i compagni di merende. Lo portano in un casolare e lo seviziano fino alla morte.

 

10) Big Bang Theory 

Un genio sociopatico tiene in ostaggio i suoi coinquilini, e fa subire loro ogni genere di tortura psicologica, privandoli dell’affetto di amici e parenti, vietando loro di fare sesso, finché non sono spinti al suicidio. Aspetta, questa è la trama reale.

 

Puntata crossover: La Signora in Giallo v. Don Matteo – Scontro Finale

Jessica Fletcher è un’arzilla e anziana scrittrice di gialli, Don Matteo un parroco umbro. Questo almeno di giorno, la notte entrambi diventano spietati killer che rendono Cabot Cove e Gubbio i due luoghi con più criminalità sulla faccia della Terra. Chi vincerà la sfida finale? In confronto Alien vs. Predator è un’amichevole della Nazionale Cantanti.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >