Unorthodox: la miniserie che ci apre gli occhi su un mondo che non conosciamo e che raramente viene rappresentato

In una parola: bella, la miniserie Netflix in yiddish che ritrae la comunità chassidica ed esplora i problemi delle donne e le rigide regole cui devono sottostare. Una storia sulla libertà, sulla diversità e sul diritto di poter vivere come si vuole.

Una miniserie ambientata a Williamsburg, quartiere di Brooklyn caratterizzato dalla forte presenza di ebrei hasidici, ma girata a Berlino. La lingua parlata nella maggior parte delle scene è lo yiddish: “una lingua che nessuno capisce, che riguarda tradizioni e rituali che nessuno capisce. Ma l’essenza degli eventi raccontati ha un valore universale“, spiega Deborah Feldman, autrice del suo libro di memorie del 2012, un’autobiografia cui la miniserie Netflix si è ispirata.

Si tratta di una delle prime serie che ritrae la comunità chassidica in modo autentico ed esplora i problemi affrontati dalle donne nella comunità, costrette a seguire rigide regole. Le donne, ad esempio, non possono cantare o studiare musica e non possono leggere la Torah; i matrimoni sono combinati e le donne hanno il preciso scopo di procreare. Ma la storia di Esty è una storia sulla libertà, sul coraggio, sulla diversità, sul diritto di essere ascoltati. “È la storia di una donna che va in cerca di sé stessa e della sua comunità nel mondo“, che fugge verso Berlino da un matrimonio combinato infelice, viene inseguita dal suo passato ma riesce a scegliere di vivere una nuova vita.

Una storia commovente e che trattiene un fascino incredibile, rilasciato di scena in scena, di particolare in particolare, svelando un mondo che non conosciamo e che raramente viene rappresentato: il mondo ultra-ortodosso degli ebrei Satmar, perlopiù discendenti di sopravvissuti dell’Olocausto e trasferitisi a NY dopo la guerra. Il trauma dell’Olocausto per le prime generazioni di ebrei Satmar, “costituì l’essenza delle strutture ideologiche della comunità“. Ideologie tradizionalissime che si incontrano e si scontrano con un mondo moderno, diverso, rappresentato dalla Berlino contemporanea e dalle sue architetture squadrate, la sua musica, i cafè, i club. Una città aperta, post-bellica, nuova e sconosciuta cui Esty può mostrare fiera i suoi capelli e la sua carne, anche attraverso il suo primo paio di jeans e il suo primo rossetto rosso.

Berlino è paradossalmente diventata una nuova diaspora, perchè ci sono tanti ebrei israeliani ed ebrei americani che tornano in questa città… è un movimento, non è una storia individuale”, sottolinea Deborah Feldman in Making Unorthodox, documentario girato da Netflix sul processo creativo della serie. Attraverso la storia di Esty, quindi, non si vuole rappresentare un mondo giusto che vince su un mondo sbagliato, ma si vuole raccontare la libertà e il diritto di poter essere, amare, credere, vivere come si vuole.

Una miniserie da guardare davvero tutta d’un fiato, interessante e affascinante per il mondo in cui ci fa entrare e, in una parola, bella. Per non parlare della splendida Shira Haas, attrice israeliana dal volto magnifico: “le basta muovere una parte del viso per farti ridere o piangere“. “Un’attrice piena di talento, dotata, instancabile. È stata una vera gioia poter lavorare con lei tutti i giorni“, racconta la regista Maria Schrader.

Unorthodox sarà il debutto di successo dell’attrice classe ’95, ne sono sicurissima. Come sono sicurissima che uscirà una seconda parte della miniserie Netflix. Speriamo, intanto voi guardatelo.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >