Viaggi
di Matteo Scotini 14 Febbraio 2020

La bellezza nascosta delle grotte di Nettuno ad Alghero

 Alghero, in Sardegna, è il posto dove trascorrere il prossimo week-end.

Se siete stufi delle solite prove generali di luna di miele per San Valentino, amate la calma e la tranquillità e magari vi dilettate anche nello scattare foto,  Alghero, in Sardegna, è il posto dove trascorrere il prossimo week-end. Presso questa piccola località potrete farvi investire da tutta la bellezza delle grotte di Nettuno: Una formazione cavernosa ricoperta da stalattiti e stalagmiti (ricordate la differenza?) al cui interno è presente un lago salato sullo stesso livello del mare.

 

Grotta Nettuno Alghero Flikr - Foto di Michela Simoncini

 

La leggenda vuole che, nel dicottesimo secolo, un pescatore sardo notò l’ingresso della grotta a circa un metro dal livello del mare e una volta riusciuto ad entrare rimase meravigliato dalla bellezza del posto. La posizione, la bellezza e il fatto che la grotta è raggiungibile solo se le condizioni meteo-marine lo permettono, ha contribuito ad associare questa meraviglia naturalistica al dio dei mari Nettuno.

Oggi è possibile entrare nella grotta di Nettuno in due modi (Lo ricordiamo ancora una volta: solo se le condizioni meteo-marine lo permettono). A piedi, percorrendo la Escala del Cabirol ( in italiano La scala del capriolo), una scalinata di 640 gradini di cui è inutile chiarire l’etimologia: provare per credere. L’altra possibilità è via mare, con partenza dal porto di Alghero o dall’imbarco del molo della Dragunara a Porto Conte.

 

Una volta entrati in questa grotta lunga ben 4km potrete spostarvi da una stanza all’altra della casa di Nettuno e restare incantati dale bellezze visitabili presso questa meraviglia nascosta d’Italia:
Il Lago Lamarmora, un lago salato sotterraneo, che presenta al centro una colonna stalagmitica che si è guadagnata il nome di Acquasantiera grazie ai ricetticoli nella parte alta che contengono acqua dolce. Sul fondo del lago è presente una formazione di stalagmiti chiamata Albero di Natale.
La Sala delle Rovine, nome dovuto agli scempi dei visitatori nell’Ottocento
La Sala della Reggia, che deve il suo nome alla magnificenza di questi spazi, con colonne calcitiche di circa 9 m, la cui parte più alta raggiunge i 18 m.
La Spiaggia dei Ciottolini, purtroppo rimasta orfana proprio della pavimentazione di sassi che le ha fatto guadagnare il nome.
La Sala Smith o Sala Dell’Organo, dal nome del capitano inglese fra i primi scopritori nell’800, al cui centro si trova un’alta colonna chiamata Grande Organo le cui colate assomigliano alle canne dello strumento musicale. La Cupola è invece una formazione di stalagmiti lisce unita al soffitto.
La Tribuna della Musica, una sorta di balconata che si affaccia sopra la sala della Reggia e sul lago (pronti a scattare la foto della vita?).
La Sala delle Trine e dei Merletti, ultima “stanza” della casa del dio dei mari.

 

Grotte Nettuno Alghero Flikr - foto di Antonio SCIMECA

 

La bellezza di questo luogo non si presta solo a viaggi autenticamente romantici e a servizi fotografici mozzafiato: le grotte di Nettuno sono state scelte nel 1978 dal regista Sergio Martino come location  per il suo “L’isola degli uomini pesce“, oltre ad aver rappresentato l’habitat ideale per la foca monaca, mammifero di cui purtroppo oggi non vi è più traccia all’interno del complesso cavernoso.

Cerca ristoranti ad Alghero 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2019"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2019”. Bag bianca cotone con illustrazione nera di Andrea De Luca.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >