Web
di Giulio Pons 11 Settembre 2017

L’intelligenza artificiale dice se sei gay

Uno studio di un gruppo di ricercatori della Stanford dimostra la possibilità di utilizzare l’intelligenza artificiale per determinare l’orientamento sessuale delle persone

Uno studio di un gruppo di ricercatori della Stanford University in California ha dimostrato la possibilità di utilizzare l’intelligenza artificiale per determinare l’orientamento sessuale delle persone semplicemente dalle loro foto.

Il sistema messo a punto dai ricercatori utilizza il riconoscimento facciale tramite deep learning, cioè tramite un programma che opportunamente addestrato con un campione di immagini di riferimento è in grado di individuare le caratteristiche comuni nelle foto dei volti e poi ricercarle su altre fotografie.

Il riconoscimento facciale Google Vision Pixabay - Il riconoscimento facciale Google Vision

Il sistema di riconoscimento ha analizzato quindi 35.000 foto profilo di uomini e donne prelevate da siti web di dating online e ha azzeccato l’orientamento sessuale dei soggetti nel 61% dei casi per gli uomini e nel 54% per le donne, guardando solo la foto profilo. In un test più preciso ha poi analizzato 5 foto per ogni individuo e la percentuale di riconoscimento, in questo modo, è salita al 91% per gli uomini e all’83% per le donne. In sostanza il software è in grado di rilevare i tratti femminili in un volto maschile e viceversa.

Questi numeri allarmano un po’ e mettono in luce nuove problematiche legate alle foto online e alla privacy, perché una foto, a questo punto ancora di più, può essere utilizzata per discriminare, dato che contiene esplicitamente informazioni così personali.

Da un altro punto di visto, però, questo studio può fare da supporto scientifico all’idea che gay si nasce, visto che vi sono delle caratteristiche fisiche per essere gay.

Una foto a caso analizzata dal software di riconoscimento facciale Betaface Pexels - Una foto a caso analizzata dal software di riconoscimento facciale Betaface

L’utilizzo di software di questo tipo, porta alla memoria anche gli studi di Cesare Lombroso, l’antropologo padre della criminologia moderna che sosteneva che vi sono delle caratteristiche fisiche comuni che possono essere utilizzate per individuare i criminali. Aspettiamo quindi che prima o poi verrà fuori uno studio dove il deep learning dell’intelligenza artificiale verrà applicato per determinare se uno è un criminale oppure no.

Siamo a tanto così dalla Precrime del film Minority Report.

FONTE | The Guardian

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >