mangiare banane in cina
Web
di Marcello Farno 10 Maggio 2016

Mangiare banane in Cina è vietato, almeno su internet

Il frutto, sulle piattaforme di live streaming, diventa una chiara allusione erotica. E al governo non va giù.

mangiare banane in cina Dazed Digital

Sembra che gli eccentrici gusti virtuali del popolo cinese inizino a essere mal sopportati ai piani alti della nazione. Così tanto che, come riporta CCTV News, il governo ha vietato ufficialmente la trasmissione di video in cui la gente viene ripresa mentre mangia, con evidente allusione erotica, una banana. Insomma: in un certo senso è vietato mangiare banane in Cina. 

Sì, perché in Cina, nella giungla di siti e servizi di live streaming dedicati alla conoscenza e all’esplorazione reciproca del proprio piacere, è sempre più difficile secondo le autorità stabilire dei limiti di accettabilità e decenza.

Il presidente Xi Jinping sta attuando così delle riforme che aiutino a ristabilire la cyber-ecologia nel paese. Definendo ad esempio delle linee guida che tutti i servizi di host, nel futuro prossimo, saranno obbligati a seguire. E di siti e servizi streaming “di genere” in Cina ce ne sono veramente tanti, da Douyu a Panda.tv, da Zhanqui TV a YY e Huya.

 

 

Per capire la mole di utenza coinvolta, vi basti dare un occhio alle statistiche di YY: secondo il Nasdaq il sito ha un bacino di 120 milioni di utenti attivi, e lo scorso anno ha visto un aumento del 60% delle proprie entrate, per un totale di 5,9 miliardi di yuan, che tradotto in cifre a noi più consone significa poco meno di 1 miliardo di euro.

Questi siti sono appunto accusati dal governo di ospitare contenuti troppo volgari, violenti e esplicitamente sessuali. Di conseguenza d’ora in avanti dovranno maggiormente monitorare ed eventualmente filtrare il contenuto dei propri video prima che essi vengano pubblicati.

Sulla base di cosa? Non esiste ancora uno standard fissato in maniera chiara, e questo è probabilmente il punto debole dell’intero provvedimento, che rischia di apparire come una misura di salvaguardia repressiva di una morale pubblica che, visti i numeri raccolti dai siti, sembra anche già “attivamente” coinvolta e partecipe nella faccenda.

Uno dei migliori commenti a margine raccolti sul web è quello che recita: “Dick is dick (sic), banana is banana“. E, pensandoci, non ha poi tutti i torti.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >