Art
di Simone Stefanini 27 Ottobre 2017

Le illustrazioni magiche e surreali di Giulia Conoscenti

Giulia Conoscenti è un’illustratrice e graphic designer siciliana, con una spiccata fascinazione per il realismo magico

Coccodrillo, © Giulia Conoscenti  Coccodrillo, © Giulia Conoscenti

 

Giulia Conoscenti ha 26 anni, è siciliana ed è un’illustratrice e grafica bravissima. Il suo stile sembra uscire dal mondo onirico, da quesi sogni che non hanno contorni definiti o dettagli perfetti, di cui ti ricordi più l’emozione trasmessa che il volto dei protagonisti.

Le sue visioni sono alla portata di chi riesce a interpretare lo stato d’animo che trasmettono, di chi si lascia trasportare dentro, senza mai perdere la propria parte bambina che si stupisce di tutto e che guarda con ammirazione le forme e i colori inusuali.

L’abbiamo intervistata per la nostra serie Dailybest Catalogo.

1) Partiamo da una breve presentazione: chi sei, quanti anni hai, da dove vieni?
Mi chiamo Giulia, sono una palermitana doc e ho 26 anni. Purtroppo, a quest’età ingressi ridotti ai musei e Cartafreccia young ti abbandonano. Non lo ammetterà nessuno ma è per tutti un duro colpo.

2) Dove sei adesso?
Vivo a Bologna, in una bella casa col giardino e due gatti ma senza bici. Sono in continuo movimento, in realtà, tra festival e mostre, giro tutta l’Italia. Il mio desiderio però è quello di tornare in Sicilia prima o poi, non ho un buon rapporto con la nebbia!

3) La prima cosa che hai disegnato e l’ultima?
Anche se ho una brutta memoria, ricordo che da piccola, chissà perché, ero fissata con i funghi: cappuccio rosso e pallini bianchi, tanto che così mi travestivo a carnevale! Quindi posso dire che disegnavo tantissimi funghi! L’ultima illustrazione che ho fatto è una Venezia scempiata da mostri marini del XXI secolo, le navi da crociera.

 

Riccioli d’oro e i tre orsi, © Giulia Conoscenti  Riccioli d’oro e i tre orsi, © Giulia Conoscenti

 

4) Hai dei rituali prima di metterti al lavoro e dopo aver finito?
Non ho dei veri e propri rituali, di sicuro senza la mia tazza di caffè caldo e fumante non inizio a lavorare. E ogni illustrazione o corto d’animazione è sempre un po’ una sfida, perché cerco di cambiare, evolvere e per quanto possibile migliorare. Alla fine, quindi, se sono contenta del risultato ottenuto brindo con un sorriso, se non sono soddisfatta con una smorfia, ma insomma in ogni caso un brindisi è d’obbligo! La parte più interessante comunque credo sia quella che sta in mezzo, il percorso che intraprendi per arrivare a qualcosa.  Il lavoro dell’illustratore è un vero e proprio viaggio in cui lasciarsi trasportare totalmente, penso che questo sia il mio vero rito.

5) Qual è la tua tecnica preferita e perché?
Dipende molto dai periodi, ho attraversato il momento vettoriale, matite, chine, ecoline, colori a vernice, digitale. Mi piace cambiare e sperimentare, in continua lotta contra la noia, trovo sempre una soluzione per non fossilizzarmi, rinnovare il mio lavoro e in realtà me stessa. Quando padroneggio alla perfezione una tecnica, per quanto può sembrare assurdo, la cambio,  credo che un po’ di “rischio” sia necessario nella vita in generale. Per adesso sono al “periodo acrilico” anche se mischio un po’ tutto, evidenziatori compresi! Amo la duttilità degli acrilici, sono molto materici, diluiti diventano morbidi e cristallini come l’acqua, senza sono spigolosi e duri come la roccia. I colori sono accesi e brillanti e sono una grande fan dei colori luminosi e degli accostamenti cromatici impossibili.

 

Frame 1650, © Giulia Conoscenti  Frame 1650, © Giulia Conoscenti

 

6) Qual è l’errore che un artista non dovrebbe mai commettere?
Quello di fermarsi, di non studiare più anche se ha finito i suoi studi, di non essere più curioso verso il mondo, perdere lo “spirito dell’infanzia” di cui tanto parlano Munari e Pascoli e la capacità di vedere che per Berger significa essere sempre sorpresi da qualcosa. Poi in generale non sopporto le belle illustrazioni fine a se stesse, che non dicono e comunicano nulla.

7) Che rapporto hai con le tue opere? Le vendi senza problemi o fai fatica a staccarti?
Sono molto attaccata ai miei lavori, come credo chiunque in qualsiasi tipo di mestiere, ovviamente ad alcuni di più ed altri di meno, ma cerco sempre di non rimanere troppo ancorata a quei fogli, anche perché sarei sommersa dalla carta e la mia coinquilina ne sarebbe poco felice, dunque dopo un sentito saluto alla Rosa Balistreri “Cu ti lu dissi ca t’haju a lassari megliu la morti e no chistu duluri ahj ahj ahj ahj moru moru moru moru” me ne separo comunque felice perché significa che qualcuno apprezza quello che faccio.

 

Gemelle siamesi, © Giulia Conoscenti  Gemelle siamesi, © Giulia Conoscenti

 

Per tutte le informazioni, visitate il sito ufficiale.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >