Art
di Giulio Pons 23 Giugno 2020

Un giro gratis alla pinacoteca di Brera di Milano

Visitare un museo fa bene. Se sei a Milano e non hai ancora visto la pinacoteca di Brera, è giunto il tuo momento.

E’ appena passato il solstizio d’estate e il clima è diventato torrido nel capoluogo lombardo. Nell’elenco delle cose belle da fare gratis quest’estate, che abbiamo pubblicato qualche giorno fa, troviamo al numero 6 “Visita un museo gratis“. Così cercando online per i musei di Milano riaperti dopo il Covid, mi sono imbattuto nel sito della pinacoteca di Brera che per tutta l’estate è gratis.

L’accesso è limitato, quindi per entrare bisogna prenotarsi online. All’ingresso è ovviamente necessario indossare la mascherina, c’è il gel disinfettante e il termo scanner. Ci sono andato oggi, un martedì mattina, per vedere l’effetto che fa la cultura dopo il lock down. Guardare un museo in pochi è un privilegio, poter fermarsi davanti a quadri famosissimi che il mondo intero ci invidia e osservarli da soli, senza fretta a pochi centimetri dalla tela è un’esperienza che nei musei italiani è raramente possibile. Specie d’estate.

La pinacoteca di Brera è in centro a Milano, in via Brera 28, ci sono arrivato a piedi da Cadorna, attraversando il Castello Sforzesco, vuoto pure lui, e poi andando in via Fiori Chiari, una vietta tra gli antichi palazzi milanesi. Il palazzo Brera è un edificio storico e ospita anche l’Accademia di belle arti. Nel cortile, appena entro, una statua di un Napoleone Pacificatore tutto nudo, mi dà il benvenuto e mi lascia entrare, voltando lo sguardo puoi vedere le due chiappe perfette che sicuramente Napoleone non aveva. E’ un’opera di Antonio Canova.

Il Napoleone pacificatore visto da dietro, foto di Dailybest  Il Napoleone pacificatore visto da dietro, foto di Dailybest

Fatte le scale per raggiungere il primo piano e superati i controlli anti-covid entro nel museo e passeggio tra le opere. Non occorre essere degli esperti per lasciarsi guidare dalla bellezza, guardate dove vi pare, leggete le didascalie, guardate i dettagli. Siete dentro un gigantesco Instagram pre-era-digitale con le opere dei migliori artisti dei secoli passati, la comunicazione visiva si faceva così e la storia si raccontava anche col pennello.

L’esperienza è amplificata perché si è in pochi, potrete mettere a fuoco i particolari: i miei preferiti sono il Cristo visto dai piedi del Mantegna, la Cena in Emmaus di Caravaggio e il bacio di Hayez. Vabbeh, fin troppo facile, tre capolavori che piacciono a tutti.

Turisti guardano il Cristo sdraiato del Mantegna. Foto di Dailybest  Turisti guardano il Cristo sdraiato del Mantegna. Foto di Dailybest

Tra le sale del museo troverete anche una sala dedicata al restauro, dove dentro una gigantesca teca in vetro si può osservare il lavoro di chi recupera e rimette a nuovo le opere.

Museo gratis per tutta l’estate, si entra pochi per volta: andate e prenotate.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
55,59 €

Macchina fotografica a pellicola 35 mm

Macchina fotografica a pellicola 35 mm, modello vintage. Piccola e leggera, divertiti a immortalare ogni momento in versione analogica. Caratteristiche: Built-in flash Pellicola della macchina fotografica (35mm) Disponibile in Verde, Rosa, Viola, Nero, Blu, Oro, Argento Fonte di energia: 1 x batteria alcalina AAA (non inclusa)   Prodotto spedito dalla Cina. Tempi di consegna: 20/30
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >