Society
di Simone Stefanini 24 Giugno 2020

Odio l’aria condizionata, per me l’estate è un incubo

Quando l’aria condizionata ti fa stare male, sei la persona più sfigata dell’estate

Pochi giorni fa, vinto dall’afa opprimente di questi giorni al 100% di umidità e con una percezione del caldo tipo forno acceso, per avere almeno un po’ di aria condizionata in casa mi sono deciso a comprare il condizionatore tipo Pinguino De Longhi del discount. A parte il fatto che pesa come un adulto bagnato dentro un’armatura medievale, il suo lavoro lo fa eccome. Purtroppo però, mi scordo sempre di una cosa significativa: io con l’aria condizionata mi sento male.

Dopo pochi minuti dalla sua accensione, ho avvertito una sorta di blocco della respirazione, di bolla d’aria allo stomaco, di cagotto immediato, di sudorazione tipo droghe chimiche, di fame d’aria e ho dovuto spegnere quell’affare.

Ecco, sono andato in giro sui forum degli sfigati per sincerarmi di non essere il solo essere umano con questa problematica, e con mio sommo sbigottimento ho notato che ne esistono a pacchi, di persone che stanno male con l’aria condizionata. Una stirpe per cui il proverbiale mai-una-gioia è diventato lo slogan di tutte le estati.

 

 

Non è stato semplice dire ai miei colleghi a lavoro che mi sarei preso una mezz’ora di pausa per una congestione da aria condizionata. Sono stato subito bullizzato come il peggiore dei catorci umani, ma loro cosa ne sanno del dramma? L’aria condizionata è fottutamente dappertutto.

Pensateci un po’: quando prendete il treno occupate il lato finestrino per vedere il panorama? Cazzatona, perché proprio lì ci sono i bocchettoni dell’aria condizionata totalmente gelida, che rischia di paralizzarvi per sempre un braccio e di farvi diventare tipo gli Estranei di Game of Thrones.

 

 

Al supermercato? Un’ecatombe, perché il sadico tecnico dell’aria condizionata ama metterla a -32°, contravvenendo alle regole di Studio Aperto che regolano l’escursione termica nei supermercati, che deve essere di 5-6 gradi, non di 60, pena il collasso.

Sul posto di lavoro poi è un pozzo senza fondo di supplizio, perché magari siete i soli a cui dà fastidio mentre tutti gli altri godono come orsi e se provate a chiedere di spegnerla, anche i più mansueti colleghi sono pronti alla rissa.

 

the office

 

I negozi tipo H&M sono bastardissimi per questo genere di cose, perché nei camerini ci sono 75° e si suda a manetta, poi si esce per posare i capi sbagliati e parte la sincope da sbalzo della temperatura.

Oppure quando siete passeggeri in macchina e il conducente è il signore e padrone, quindi non gli potete dire di spegnere l’aria condizionata che sta facendo diventare l’abitacolo  della stessa temperatura dell’astronave su Plutone (scelto perché, credo, sia parecchio lontano dal sole e pure sfigato perché declassato da pianeta a parcheggio di Urano) e allora provate a stemperare aprendo un po’ il finestrino e respirando l’aria fuori come i cani sciocchi e felici.

 

giphy-113

 

Non dimentichiamoci il ristorante, quando uscite col vostro partner e vi tocca scegliere il tavolo attaccato al bagno oppure quello praticamente in cucina, perché sono gli unici due punti in cui non si è raggiunti dall’aria condizionata.

Last but not least, quando prendete un autobus al volo, ad agosto, sudati come Paolo Bonolis a fine trasmissione e bam! trovate l’unico posto sotto il bocchettone dell’aria, che vi ghiaccia il sudore addosso e vi fa diventare dello stesso colorito della bambina dell’Esorcista.

 

tumblr_lcfl3hOcFA1qb9nsso1_500

 

Vabbè, uno dice pazienza, se non possiamo accendere l’aria condizionata, allora vediamo di posizionare bene il ventilatore. Macché. Di solito, se uno è davvero sfigato, ha anche problemi di cervicale e basta un refolo di vento per dover bere Aulin come fosse limonata. Sigla.

 

giphy-114

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >