Art
di Raffaele Portofino 24 Ottobre 2017

“Renoir dipinge da schifo”, un movimento chiede la rimozione dei suoi quadri dai musei

Che sia una protesta contro Trump che ama i quadri di Renoir, oppure una vera critica, il pretesto è decisamente ridicolo

 the guardian

 

Nel vasto mare dell’internet, ognuno ha diritto di parola. Per esempio, c’è un account Instagram che odia i dipinti di Pierre-Auguste Renoir, l’impressionista francese vissuto a cavallo tra il 1800 e il 1900. Proprio nel momento in cui Donald Trump si vanta di possedere il quadro Le due sorelle di Renoir che gli esperti hanno dichiarato un falso, una copia (l’originale è esposto all’Art Institute di Chicago), altri americani hanno iniziato una crociata contro il pittore francese.

Si sono fatti fotografare davanti al Museum of Fine Arts di Boston, tenendo su dei cartelli con scritto Renoir fa schifo a dipingere, Togliete i suoi quadri, Renoir fa schifo e addirittura Dio odia Renoir.

When will curators be held accountable? #renoirsucksatpainting

A post shared by Renoir Sucks At Painting (@renoir_sucks_at_painting) on

Il gruppo di protesta è capeggiato da Max Geller, che intervistato dal Guardian ha detto esplicitamente: “Perché tanta gente pensa che Renoir sia bravo? Avete mai visto i suoi dipinti? Nella vita vera, gli alberi sono bellissimi. Nei quadri di Renoir sembrano un’insieme di scarabocchi verdi. La decisione di appendere dei Renoir al museo di Boston, in cui sono esposti veri capolavori, è un atto di terrorismo estetico.”

In supporto delle sue affermazioni, Geller gestisce Renoir Sucks At Painting, un account seguito da 2400 follower, in cui critica aspramente i quadri di Renoir.

Guerrilla Art Lecture. Coming to a confused art museum near you. #renoirsucksatpainting

A post shared by Renoir Sucks At Painting (@renoir_sucks_at_painting) on

Proprio sotto una delle foto sul social, una nipote discendente di Renoir ha commentato: “Quando i quadri del tuo antenato varranno 78 milioni di dollari, allora potrai criticare.” 

Chiaramente, l’admin dell’account non c’è stato e la sua risposta piccata contro il mondo dell’arte che pensa solo ai soldi ne è l’esempio.

 

You guys! Renoir's ACTUAL FUCKING GRANDDAUGHTER has taken exception to our inexorable movement for cultural justice. There's literally no other option but to respond to Ms. Genevieve Renoir directly. Ahem. @gegereno YOUR ARMS ARE TOO SHORT TO BOX WITH GOD. The free market has indeed spoken. Climate Change; the Prison Industrial Complex; Slavery; Settler Colonialism; The destruction of sea otter habitats; the evisceration of the proletariat; commercials on TV; Food Deserts; Citizens United; National Treasure 2: Book of Secrets (457 Million Box Office!); for-profit healthcare; and, yes, the exaltation of your great grand pappy, Baron Von Treacle himself, #Renoir—have all been unleashed upon us by the free market. And just as all of those aforementioned items decidedly suck, #renoirsucksatpainting. #treacle.

A post shared by Renoir Sucks At Painting (@renoir_sucks_at_painting) on

 

Che questa sia una protesta anti Trump (grande ammiratore di Renoir), velatamente nascosta da critica d’arte estrema, questo non possiamo saperlo, in ogni caso veder litigare due parti che potenzialmente hanno entrambe torto fa sempre ridere. Un caso in cui le ragioni dell’una e dell’altra fazione sono del tutto arbitrarie. Voi che dite, vi piace Renoir? E Trump?

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

55,59 €

Macchina fotografica a pellicola 35 mm

Macchina fotografica a pellicola 35 mm, modello vintage. Piccola e leggera, divertiti a immortalare ogni momento in versione analogica. Caratteristiche: Built-in flash Pellicola della macchina fotografica (35mm) Disponibile in Verde, Rosa, Viola, Nero, Blu, Oro, Argento Fonte di energia: 1 x batteria alcalina AAA (non inclusa)   Prodotto spedito dalla Cina. Tempi di consegna: 20/30
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
36,90 €

Orologio da tavolo vintage

Dal design minimal, l'orologio da tavolo con flip-page è perfetto per la tua scrivania, donando un tocco vintage al tuo studio o alla tua casa. CARATTERISTICHE: Dimensioni: 195mm x 170 millimetri Non include batterie Prodotto spedito dalla Cina, Stati Uniti o Repubblica Ceca. Tempi di consegna: 20/30 gg.
19,90 €

Milano Music Map

Un poster con una speciale mappa di Milano fatta con i nomi delle band e dei musicisti che abitano le rispettive zone. Un oggetto di arredo per tutti i milanesi appassionati di musica!  
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >