Un documentario racconta il vero Drugo che ha ispirato il Grande Lebowski

Gioca a bowling, beve white russian, è un pacifista e un fricchettone: ed esiste davvero. La storia di Jeff Dowd, il Drugo, quello vero

Cinema
di Simone Stefanini facebook 15 luglio 2016 17:06
Un documentario racconta il vero Drugo che ha ispirato il Grande Lebowski

 

Qui sopra potete vedere un documentario prodotto da Uproxx.com su Jeff Dowd. Se questo nome non vi dice niente, potrebbe aiutarvi il suo nickname: The Dude (ovvero Drugo). Non vi ricorda qualcosa?

Forse Jeff Bridges nel film culto Il Grande Lebowski dei fratelli Coen (1998)? Anche lui aveva lo stesso soprannome, ma i punti in comune tra i due non sono certo finiti qui.

 

storia vero drugo grande lebowski wikipedia - Jeff Dowd, il vero Lebowski

 

Sì perché Jeff Dowd è la persona che ha ispirato i Coen nella stesura del personaggio di Lebowski, interpretato magistralmente da Jeff Bridges. A Dowd infatti piace il bowling, ama bere White Russian e ha davvero lavorato coi Metallica (una manica di stronzi, come dice Bridges nel film).

Come i due fratelli più famosi del cinema americano siano entrati in contatto con un tale elemento è molto semplice: Dowd ha aiutato a produrre il loro primo film, Blood Simple (1984).  In questo campo è stato il guru del marketing per un sacco di film indipendenti, tra cui Momenti di gloria e Blair Witch Project.

La più grande differenza tra il drugo della fiction e il vero drugo è la coscienza politica. Lebowski vuole solo essere lasciato in pace di poter vivere tranquillamente, facendo le cose che ama.

Dowd invece si è sempre battuto in prima linea per i suoi diritti. È stato infatti membro dei Seattle Seven, un gruppo radicale di sette attivisti accusati di aver cospirato e incitato alla rivolta contro la guerra del Vietnam nel 1970. Per questo motivo è stato anche in carcere.

In realtà però, anche Jeff Bridges nel film accenna a Maude Lebowski, interpretata da Julienne Moore, di essere stato nei Seattle Seven, quindi il cerchio si chiude.

 

 

Jeff Dowd definisce il Drugo (quindi anche se stesso) un holy fool, un santo pazzo, uno che cerca di sovvertire il conformismo alla ricerca della verità.

Guardando il suo abbigliamento, i suoi capelli e quanto non gliene frega niente di mostrarsi per come non è, non possiamo che essere felici di aver conosciuto il vero Drugo. 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)