Le pubblicità in una metropolitana di Londra sono state rimpiazzate da foto di gattini

L’idea è quella di sensibilizzare l’attenzione sui gatti abbandonati e sulla mole di pubblicità alla quale siamo sottoposti ogni giorno

Gatti
di Simone Stefanini facebook 13 settembre 2016 16:13
Le pubblicità in una metropolitana di Londra sono state rimpiazzate da foto di gattini

gatti-metro ufunk.net

 

A Londra c’è un collettivo chiamato Citizen Advertising Takover Service, cioè C.A.T.S., che si occupa di rimpiazzare le tante pubblicità nella metro della capitale inglese con foto di gattini. La prima mossa è stata sostituire tutti i cartelloni pubblicitari della stazione Clapham Common, e per raggiungere il loro obiettivi, questo gruppo di creativi si è servito di un crowdfunding su Kickstarter.

La divertente installazione non è puramente estetica o goliardica: tutti i 68 gatti ritratti sono stati presi da due rifugi per animali, l’equivalente dei nostri gattili. L’operazione serve infatti per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’invadenza della pubblicità nella nostra vita di tutti i giorni e per supportare l’attività di chi si prende cura degli animali abbandonati.

La Cats Protection, da dove provengono molti dei gatti ritratti, offre addirittura la possibilità di poter adottare un gatto a distanza, per quelle persone che amano i felini ma che non si possono prendere fisicamente cura di loro.

Immaginate la sorpresa e il divertimento dei passeggeri della metro, quando si sono trovati davanti tutti quei gatti. Non c’è scampo, escono anche dai tornelli all’ingresso. Di certo qualche cane al guinzagli si sarà sentito in minoranza, ma l’iniziativa ci sembra davvero interessante.

citizens-advertising-takeover-service-10 ufunk.net

 

CATS è un progetto del più ampio collettivo Glimpse, che cerca sempre nuovi collaboratori, quindi se vi trovate a Londra per lavoro o per gli affari vostri e vi piace il loro modo di pensare, potreste unirvi alla loro lotta giocosa.

cats weglimpse

FONTE | Ufunk

Vi raccomandiamo:

COSA NE PENSI? (Sii gentile)