Geek
di Mattia Nesto 15 Dicembre 2020

Giocare a ritmo di jazz con Empire Of Sin

Ambientato negli anni Trenta del Proibizionismo, il nuovo titolo di Romero Games è super divertente

Quando lo scorso ottobre tutto il mondo ha saputo della scomparsa di Sean Connery, molti di noi hanno pensato a quale film del grande attore scozzese fosse il preferito. E, possiamo scommetterci, in molti avranno detto Gli Intoccabili. Le atmosfere del film di Brian De Palma, non foss’altro che per l’ambientazione nella Chicago degli anni Trenta del Novecento, è utile da evocare per parlarvi di Empire of Sin, il nuovo titolo di Romero Games. Un gioco di strategia in cui saremo chiamati a impersonare “una signora o un signore” del crimine nella Chicago degli anni Trenta. E, ve lo possiamo assicurare: poche volte ci siamo divertiti tanto e adesso vi spieghiamo perché.

Il gioco pubblicato da Paradox si segnala, innanzi tutto, per una colonna sonora a tutto swing veramente eccezionale e che riempie bene i lunghi momenti che passeremo nella gestione, tramite menu dedicati, nella gestione dei vari aspetti del nostro impero criminale. Saremo infatti chiamati, nelle prime battute del gioco, a impersonare una/un boss con cui muoveremo i primi passi nella città del crimine di Chicago.

Già la selezione di questo personaggio denota la cura dei ragazzi di Romero: si passa, senza soluzione di continuità, al classicissimo Alphonse Capone, con tanto di pelliccia d’ordinanza, all’irlandese ex pugile, passando per il messicano che ha poco passato il confine degli Stati Uniti fino a una sensualissima cantante di jazz francese. Insomma a seconda del protagonista che sceglieremo avremo bonus e statistiche in più con cui potremo gestire i nostri affari: per esempio, se sceglieremo, come abbiamo fatto noi, la già citata cantante di music-hall, avremo un notevole bonus nelle trattative diplomatiche.

Ma il cuore del titolo è anche molto altro. Contrassegnato da una visuale isometrica classica, che comunque potremo ravvicinare tutte le volte che vogliamo, le strade di Chicago dovranno diventare, ben presto, la nostra casa. Infatti attraverso tutta una serie di attività sempre molto poco illecite, anzi del tutto illegali, che vanno dal commercio clandestino di alcolici sino allo strozzinaggio, la missione sarà quella di diventare sempre più influenti in città, con una potenza criminale che, man mano che si diventerà importanti, finirà anche per tracimare nell’ufficio del sindaco.

Nonostante la versione che abbiamo provato per PS4 non brilli certo per accessibilità dei menu (infatti il font è davvero minuscolo e pensato per una visione, ravvicinati, anzi ravvicinatissima da pc), il gioco in realtà è molto meno complesso di quanto sembri. Nonostante, come vi abbiamo detto prima, passeremo tante ore nei menu a scartabellare statistiche e possibili “nuove reclute” per il nostro impero criminali, i meccanismi sono intuitivi e ben presto li sapremo gestire alla grande. In più, ovviamente, ci saranno le sparatorie e i momenti più d’azione. Infatti no non saremo soli nelle strade di Chicago: altre bande vorranno “fare affari” con noi.

Ecco qui il titolo di Romero Games (ancora non disponibile in lingua italiana) dimostra tutta la sua potenzialità: potremo infatti allearci con quel clan oppure affrontarlo a muso duro trasformando le strade della città in un vero e proprio campo di battaglia. Tramite una gestione delle battaglie a turni e a scacchi (ovvero ogni nostra “pedina” avrà un limitato numero di mosse e di spostamenti da farsi per turno), le strategie che potremo utilizzare sono molteplici. Ecco, ormai l’avrete capito: Empire of Sin è davvero un gioco da vivere con la testa perché solo così facendo potremo diventare una signora o un signore del crimine.

Vi confessiamo che il monte di gioco totale non sappiamo bene dirlo ma possiamo comunicare come, anche solo per una partita superficiale, le cinquanta ore si superano che è una bellezza. Se poi considerate che i dialoghi sono spesso a scelta multa e che si potranno scegliere tra quattordici capi del crimine, beh avete capito da soli che la rigiocabilità è di casa per Paradox. Insomma se avete voglia di fare un tuffo nella Chicago che si muove al ritmo di jazz degli anni ’30, Empire of Sin è la scelta migliore per questo Natale.

Empire of Sin

Compra | su amazon

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
24,99 €

Lucchetto ad impronta digitale

Ecco il lucchetto più intelligente che c'è. Per aprirlo non servono chiavi, ma basta la tua impronta digitale. Il lucchetto smart è prodotto dall'azienda cinese Xiaomi, che sforna ogni anno ottimi prodotti di elettronica di consumo. Si apre grazie al semplice tocco delle dita, perché riconosce l'impronta digitale del suo padrone. Ricordi quella volta che sei sceso dall'aereo, hai ritirato la valigia e ti sei accorto che non avevi più la chiave del lucchetto? Non succederà più. Fatto in lega di zinco e acciaio è figo, tutto liscio, senza pile da cambiare perché è ricaricabile con un comune cavetto micro USB. A leggere le specifiche tecniche può stare in standby fino ad un anno ed è anche resistente all'acqua. Infine, può memorizzare fino a 20 impronte digitali, così puoi condividerlo con altre persone o, addirittura provare ad aprirlo con le dita dei piedi. Ecco tutti i dati: Nome prodotto: NOC LOC Fingerprint Padlock Metodo di apertura: impronta digitale Materiali: lega di zinco e acciaio Lettore di impronta: semiconduttore Alimentazione ricarica: cavo Micro-USB Impronte memorizzabili: 20 Indicatore batteria scarica: punto LED Tipo batteria: 110mAh ricaricabile Livello di resistenza all'acqua: IPX7 Durata in standby: 1 anno Aperture con una ricarica: 2500 volte Dimensioni: 36mm x 18mm x 38mm Il pacchetto include 1 lucchetto. Il prodotto viene spedito dalla Cina.
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >