Libri
di Mattia Nesto 5 Gennaio 2022

Il macabro erotismo di Tredici notti di rancore

Tredici notti di rancore la raccolta di racconti di Kamimura Kazuo è un manga semplicemente imperdibile.

Un cofanetto indimenticabile  Un cofanetto indimenticabile

Quando si chiude l’ultimo racconto del secondo volume di Tredici notti di rancore di Kamimura Kazuo, pubblicato da Coconino Press, l’impressione è quella di avere assistito a un miracolo. Già, magari starete pensando che esageri, ma vi assicuro che le mie parole sono mosse da un sentimento sincero: leggendo le donne e gli uomini (per non parlare degli spiriti) che punteggiano questa racconta di racconti, la parola miracolo non sta stretta a Kazuo, ma anzi certifica alla perfezione lo status dell’autore giapponese (del quale Coconino, con grande, anzi grandissimo merito, sta pubblicando l’opera omnia). Questo libro, che come ricordato prima consta di due volumi, è una raccolta di racconti con protagonisti differenti ma tutti quanti uniti da un unico, per così dire, destino: ovvero un nodo inscindibile tra amore e morte, tra desiderio vergogna, tra omicidio e estasi. Le storie di Tredici notti di rancore sono infatti storie molto crude, anche visivamente, dove i corpi delle donne e degli uomini sono, costantemente e in modo quasi magnetico, attratti gli uni dagli altri. Attenzione, però: queste unioni sono sempre, e dico sempre, in qualche misure maledette o, quantomeno, talmente pericolose da, presto o tardi, portare alla morte (di solito violenta) di uno dei due.

La copertina del primo volume  La copertina del primo volume

Oltre a questo dato di assoluto rilievo, ovvero la coniugazione tra passione e fine, c’è anche la presenza degli animali, una presenza che è ogni volta presenza doppia: infatti da un lato c’è l’animale, serpente, topo, rospo o volpe, che “introduce” la storia e, dall’altro lato, c’è lo stesso animale che però è simbolo di uno spirito (spesso del folklore giapponese) oppure di un sentimento. Ecco allora che la volpe è allo stesso tempo espressione fantasmatica degli spiriti giapponesi ma anche personificazione dell’astuzia oppure il rospo che è il viatico migliore per l’autore per rappresentare un uomo particolarmente orrido e, per di più, completamente corroso dalla malattia del vaiolo. Ed ecco il terzo elemento cardine delle storie di Tredici notti di rancore tanto grumose e ricolme di oscurità: la malattia od anche,  potremmo indicare utilizzando un gergo cristiano, il segno del peccato.

L’elegantissima cover del secondo volume  L’elegantissima cover del secondo volume

Ogni azione nelle storie di questa raccolta, infatti, non è mai impunita ma ha sempre delle conseguenze, il più delle volte fragili, che si manifestano direttamente sul corpo del diretto interessato oppure dell’altro membro della coppia oppure ancora su qualcuno della sua famiglia. La colpa, insomma, il peccato, è simbolizzato in Tredici notti di rancore con una ferita delle proprie carni o una malattia mortale che coglie il malcapitato in maniera repentina. Alle volte questo colpa ancestrale si manifesta anche sotto forma di qualche menomazione fisica dalla nascita, come la cecità, la sordità (specie per una suonatrice di chitarra classica cinese) oppure un corpo smisuratamente massiccio o l’abilità congenita a uccidere gli altri. E qui arriviamo all’ultimo elemento cardine, che si ricollega a tutti gli altri: la vendetta, la pulsione a vendicarsi di qualcosa o di qualcuno. Se dovessi dirvi che cosa è Tredici notti di rancore non avrei dubbi: sono racconti di amore, dolore, passione e vendetta raccontate con un segno elegante e netto (così differente rispetto ai manga mainstream), che ora diventa più sfumato nelle scene d’azione ora più profondo e palpitante, specie nelle scene erotiche. Questo è un volume, infatti, che senza problemi si può annoverare anche fra i manga erotici, con numerose scene di sesso esplicito e di tratteggiamento di corpi che si uniscono e danno o ricevono piacere. Una lettura conturbante e inebriante, che andrà a toccare ogni vostro senso. Un volume quello di Tredici notti di rancore, va detto, eccezionale che mi sento di consigliare: cosicché la prossima volta che vedrete un campo pieno di lucciole potrete pensare alla loro effimera vita sotto una luce del tutto differente.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

9,50 €

Zen del Juggling

Autore: Dave Finnigan Editore: Nuovi Equilibri Un vecchio libro, del 1999, ma è un classico per gli amanti della giocoleria, è in fondo un libro per tutti, perché la vita è come un esercizio difficile di giocoleria.
85,00 €

Codex Seraphinianus

Volete provare quello che prova un bambino quando sfoglia un libro? Cioè, come ci si sente a guardare un libro e non capire proprio niente? Nel tentativo di farci provare qualcosa di simile, Luigi Serafini negli anni '70 scrisse e disegnò una specie di enciclopedia assurda, che illustra e racconta un mondo fantastico e decisamente impossibile, descritto per filo e per segno con un linguaggio inventato, caratteri incomprensibili che sembrano a prima vista un alfabeto cifrato, ma che in realtà son proprio segni a caso (come più tardi ha chiarito lo stesso autore). Un bel librone assurdo.
15,30 €

Fumetto Paper girls vol.1

Il fumetto Paper Girls, il primo volume di 144 pagine è uscito il 25 agosto 2016 per BAO Publishing e si candida a essere il perfetto incontro tra Ghostbusters e Stranger Things. Paper Girls è infatti una serie scritta e disegnata da Brian K. Vaughan e Cliff Chiang, che va a collocarsi tra i Goonies, Stand By Me e la Guerra dei mondi, ma con una particolarità non da poco: stavolta le esploratrici in sella alle BMX sono tutte ragazze. Un Sacro Graal per tutti i retromaniaci amanti del vintage, che si candida a diventare un nuovo cult.
23,80 €

Là fuori. Guida alla scoperta della natura

Là fuori è una guida alla scoperta della natura, pensata e scritta per bambini e ragazzini. Un libro che risponde alle domande che nascono osservando la natura, anche in città, nei parchi, nelle aiuole, nei giardini. Alberi e fiori, nuvole e stelle, rocce e sabbia, uccelli, rettili e mammiferi... Là fuori è un libro che invita i bambini all'osservazione della natura, a notare i dettagli e insegna a stupirsi. Vi sono anche diverse attività per suscitare interesse e innescare meccanismi di gioco che sono anche percorsi formativi per i bambini.
124,76 €

More than human

Gli animali sono più umani di noi? Forse. E’ questo il lavoro del fotografo londinese Tim Flach, che raccoglie in un volume tutti i suoi migliori scatti di animali che sembrano più umani degli esseri umani. Un librone pieno di grosse, bellissime e dettagliatissime foto che vi lasceranno senza parole.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
31,30 €

In her kitchen

Noi tutti amiamo le nonne. Con il loro profumo di borotalco e naftalina, il grembiule sempre indosso come se fosse un’uniforme, lo sguardo eternamente dolce e affettuoso. Questo libro fotografico di Gabriele Galimberti ne racconta le cucine, i luoghi per definizione, delle nonne.
21,16 €

Un anno al vetriolo. Los Angeles Police Department, 1953

Ottantacinque foto della polizia di L.A. del 1953 diventano racconti scritti da uno dei più grandi scrittori americani viventi, un po' duro e crudo, per fare un viaggio all'inferno nella città degli angeli.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >