Libri
di Stefano Disastro 9 Luglio 2019

Tutti pazzi per il Kombucha (e tante altre bevande fermentate)

Fare Kombucha è più facile di quanto credi. Un libro per iniziare a muoversi con facilità nel magico e benefico mondo delle bevande fermentate.

Il primo contatto con il kombucha l’ho avuto 5 anni fa in un bellissimo road-trip con la family lungo tutta la West-Coast americana. All’epoca (2014), in tutta la California e Oregon il kombucha era LA bevanda del momento. Venduta a tutti i mercatini hipster bio organic, pubblicizzata su fanzine e riviste come Inc. e Fast Company, proposta come la cura a tutti i mali (e se non a tutti tutti almeno a quelli legati a digestione&similia). Era impossibile non venire incuriositi e incoraggiati all’assaggio. Detto, fatto. Chiedendo informazioni, ci era stato spiegato che stavano nascendo tante brewery di kombucha artigianali come qualche anno prima era successo con i microbirrifici. C’erano interessi e soldi che iniziavano a girare (oltre al benessere). Lo avevamo assaggiato, non ci era particolarmente piaciuto, ma nelle lunghe tratte sulla Route 101 avevamo fantasticato, una volta tornati, di lanciare un mini-business in Italia (all’epoca completamente ignara di Kombucha&affini). Non se ne era fatto nulla ovviamente, ma la curiosità, come spesso fa, era rimasta lì ad aspettare la sua occasione.

Avanti veloce fino al 2019.

Esce per L’ippocampo editore ‘Kefir, Kombucha & Co.’, un bel libretto di 160 pagine dalla consueta ottima grafica pop, pieno di foto cool ed esplicative in cui gli autori Nina e Sebastian, ovvero una coppia di giovani francesi che hanno realizzato per davvero il piccolo business (Lokki Kombucha, nel sud della Francia) di cui fantasticavamo in quel settembre on the road del 2014.
Sfogliando questo libro, in cui non si parla solo di Kombucha ma anche di Kefir e altre bevande fermentate dal mondo, la curiosità torna a galla. Decido di provare a fare il mio Kombucha. Dopo due tentativi fallimentari in cui faccio praticamente tutti gli errori che si possono fare (dopo averlo preso su eBay lascio lo Scoby chiuso sotto vuoto per 1 mese prima di decidermi a iniziare – non fare raffreddare il the prima di metterci lo Scoby – non sterilizzare bene il contenitore di vetro – mettere il tutto a fermentare in un ambiente non propriamente sano, etc etc). Ci riprovo con l’aiuto da casa, diciamo così, e le cose -ovviamente- funzionano. Dopo 7 giorni di fermentazione (ma si può arrivare a 10 se si vuole un gusto più acido), tutto va come deve andare e imbottiglio e aromatizzo il mio kombucha seguendo le indicazioni del libro passo a passo (è davvero di una semplicità estrema). Sono così orgoglioso delle mie prime 3 bottiglie in frigorifero che non vedo l’ora di berle e portarle in redazione.
Bene. Da un paio di mesi in redazione è scoppiata la Kombucha-mania: doppio appuntamento (metà mattina e metà pomeriggio) con un bicchierino di Kombucha fresco di mia produzione. Ogni settimana si mette in produzione il kombucha della settimana successiva.
Dopo alcune bottiglie e prove (zenzero&curcuma, limone&lavanda, cardamomo) il più apprezzato al momento rimane quello aromatizzato limone & anice stellato.

COME SI PREPARA IL KOMBUCHA? 

Per iniziare con la vostra produzione l’unica cosa che vi serve è lo Scoby (Symbiotic Colony of Bacteria and Yeast ), ovvero la coltura probiotica (la madre) che fa partire la fermentazione. Non abbiate paura e non impressionatevi, al tatto come vedete nel video sotto non è proprio fantastico. La cosa bella è che a ogni giro di fermentazione la vostra madre produrrà 1 figlio (che potete staccare per iniziare un’altra cultura).

Dove posso trovare lo Scoby per Kombucha? Lo Scoby per il vostro Kombucha lo potete comprare su ebay o su Amazon, o farvelo dare da qualche conoscente (scriveteci se siete di Milano, possiamo organizzarci per darvi qualche figlio del nostro).

Dopodiché troverete tutto quello che vi serve, strumenti e quantitativi ingredienti nel libro

 

Kefir, kombucha & Co.
Preparare le proprie bevande probiotiche naturali

a cura di Lokki, illustrazioni di D. Japy
160 pagine
Editore: L’Ippocampo

[Compra su Amazon]

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

9,50 €

Zen del Juggling

Autore: Dave Finnigan Editore: Nuovi Equilibri Un vecchio libro, del 1999, ma è un classico per gli amanti della giocoleria, è in fondo un libro per tutti, perché la vita è come un esercizio difficile di giocoleria.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
50,00 €

Il libro di cucina di Salvador Dalì

Nel 1973 il grande artista surrealista Salvador Dalì pubblicò un libro di cucina, intitolato Les Diners de Gala, il cui titolo è un abile gioco di parole che riguarda sia le cene di gala, sia quelle che lui e sua moglie Gala organizzavano per gli ospiti. E' un libro per un tipo di cucina opulenta. Al suo interno, 136 ricette divise in 12 capitoli, incluso quello sui cibi afrodisiaci.
23,80 €

Là fuori. Guida alla scoperta della natura

Là fuori è una guida alla scoperta della natura, pensata e scritta per bambini e ragazzini. Un libro che risponde alle domande che nascono osservando la natura, anche in città, nei parchi, nelle aiuole, nei giardini. Alberi e fiori, nuvole e stelle, rocce e sabbia, uccelli, rettili e mammiferi... Là fuori è un libro che invita i bambini all'osservazione della natura, a notare i dettagli e insegna a stupirsi. Vi sono anche diverse attività per suscitare interesse e innescare meccanismi di gioco che sono anche percorsi formativi per i bambini.
10,43 €

The Gashlycrumb Tinies

In Inghilterra è un grande classico, firmato dall’illustratore Edward Gorey. Nelle tavole del libricino, troviamo le lettere dell’alfabeto illustrate da bambini morti. Nel senso: ogni lettera è accostata a un bambino con quell’iniziale, morto in circostanze tragiche. Per dire una cosa banale, si potrebbe dire che si tratta di immagini che sembrano uscite dall’immaginario di Tim Burton, ma avrebbe poco senso. Il bello è perdersi per qualche secondo nelle vicende di questi poveri bambini.  
28,90 €

Al di là delle parole. Che cosa provano e pensano gli animali

Abituati ad anni ed anni a guardare documentari prima su Superquark e poi sui vari canali satellitari o su Netflix, quando si inizia a leggere Al di là delle parole di Carl Safina, libro appena uscito per Adelphi, si è convinti di sapere tutto sul mondo degli animali. E invece no, leggendo il libro si capisce come non sappiamo proprio niente.
11,57 €

Sad Animal Facts

Il mondo visto dal punto di vista degli animali è ricco di sfortunate verità, humor delizioso e malinconico. Un libretto con 150 disegni fatti a mano di animali, ciascuno accostato ad un fatto scientifico che lo riguarda e al suo pensiero a proposito. Si chiama Sad Animal Facts e l'autrice è l'americana Brooke Barker.  
19,90 €

Chineasy, il libro per imparare il cinese

Vuoi imparare il cinese? Ci sono 200 simboli fondamentali con i quali si può capire all’incirca il 40% del cinese scritto, dai menu al ristorante, ai cartelli stradali, spot televisivi e scritte sui giornali. Per spiegare e memorizzare questi simboli c’è questo bel libro: Chineasy.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >