Natura
di Simone Stefanini 12 Dicembre 2016

I dinosauri in realtà avevano le piume e le foto di questi ritrovamenti lo dimostrano

Questa è la coda di un dinosauro della famiglia dei Tirannosauri, conservata nell’ambra e si vedono chiaramente le piume

dinosauroz ufunk - © R. C. McKellar, Royal Saskatchewan Museum / via National Geographic

 

I paleontologi hanno scoperto una coda di dinosauro, preservata nell’ambra proprio come nel film di Michael Crichton Jurassic Park, ed è totalmente coperta di piume. Una rivelazione che avallerebbe le tante teorie circolate nel corso degli anni, secondo cui i dinosauri non erano dei temibili Godzilla, dei lucertoloni con le zampe dietro sviluppare e quelle davanti praticamente inutili, ma dei veri e propri polli giganti.

Sarà davvero difficile cambiare l’idea che abbiamo sempre avuto dei dinosauri, quelli che abbiamo trovato raffigurati nei libri di storia, nei film in costume prima e in quelli fatti con la computer grafica poi. Eppure, secondo il National Geographic, l’appendice che è stata trovata apparteneva a un dinosauro vissuto 99 milioni di anni fa e ci sono le prove evidenti del suo piumaggio.

Il team capitanato dalla paleontologa Lida Xing ha trovato questi reperti eccezionali a Birmania e ha dichiarato che i resti appartengono a un giovane Coelurosauro, un dinosauro appartenente alla famiglia dei Tirannosauri. Ce lo vedete un pericolosissimo T-Rex con le piume come uno struzzo? Eppure, sembra proprio che questa sia la più  fedele visualizzazione del mastodonte.

 

 

Sembra infatti che i dinosauri fossero in realtà coperti di piume o peli, molto variopinti. Solo negli ultimi 20 anni, in Cina infatti sono state scoperte 5 specie di dinosauri piumati, appartenenti al gruppo dei raptor e antenati dei moderni uccelli.

Sembra quindi che l’antenato comune di tutti i dinosauri fosse provvisto di piumaggio e che nel corso dell’evoluzione questa caratteristica si sia tramutata in scaglie, che ricoprivano i rettili più antichi per isolarli dalle intemperie.

L’etimologia della parola dinosauro significa “lucertola terribile”, ma apparentemente alcuni di essi avessero ben poco a che fare coi rettili e molto più coi moderni uccelli, sebbene nonostante alcuni fossero veri pennuti, non riuscissero a volare. In ogni caso, il paleontologo Paul Barrett del Natural History Museum di Londra, in un’intervista ha affermato che tutti i dinosauri possedevano una creta caratteristica genetica che rendeva facile per la loro pelle la formazione di filamenti, aculei e piume.

Alla luce di questa prova schiacciante, riusciremo mai a cambiare la nostra visione dei dinosauri per vederli come enormi tacchini? Se non ci credete, guardate le zampe del pollame e pensate a quelle dei dinosauri. Simili, vero?

 

La rappresentazione di una battaglia tra enormi pennutosauri guardian liberty voice - La rappresentazione di una battaglia tra enormi pennutosauri

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >